petrolio

In evidenza
Di

Il petrolio resta ai minimi da sei anni

L’oro nero resta sui minimi dal marzo del 2009, in attesa dei dati sulle scorte Usa, previsti su livelli record. Il greggio Wti (West Txas Intemediate, ndr) cede lo 0.09% a 43,79% dollari al barile, mentre il Brent recupera lievemente di 9 centesimi a 54,03 dollari. Nel frattempo i prezzi della benzina nei distributori italiani sembrano non risentirne in modo deciso: Secondo quanto rilevato da “Staffetta Quotidiana”, ieri la benzina è scesa per la seconda volta consecutiva (il diesel per la…..

In evidenza
Di

Libia. Isis avanza, chiusi i pozzi petroliferi

La situazione s’infiamma in Libia, tanto che dopo gli attacchi delle milizie dello Stato Islamico la National Oil Corporation (NOC) la compagnia petrolifera nazionale della Libia, ha annunciato la chiusura di undici giacimenti di petrolio.
La decisione è stata presa in seguito all’assalto delle forze islamiste dell’inizio di questa settimana ai campi petroliferi di Al Bahi e Al Mabrouk, provocando seri danni. Ieri poi l’Isis ha preso il controllo di un altro campo petrolifero libico, quello ….

In evidenza
Di

Libia. Tra gli interessi della pace c’è il petrolio

La Libia lasciata sola con sè stessa torna al centro degli interessi occidentali, dopo mesi di disattenzione sulla guerra civile che attanaglia il mesi ormai da anni. Oggi il capo della missione dell’Onu in Libia ha annunciato che nel fine settimana le Nazioni Unite riprenderanno i colloqui di pace con le parti in conflitto in Libia, che annovera due governi uno riconosciuto dalla Comunità internazionalecon sede a Tobruck, l’altro di Tripoli. L’incontro si terrà in Marocco, e l’Onu chiederà …

In evidenza
Di

Il Cairo bombarda l’Isis e tutti si appellano all’ONU

Continua la grande incertezza sulla situazione della Libia, tanto che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha deciso di convocare una sessione di emergenza mercoledì 18 febbraio per discutere della crisi in Libia.
Proprio sull’Onu converge l’appello un po’ di tutti, a partire dal Governo di Tripoli che ha denunciato i bombardamenti egiziani come gravi “violazioni” appellandosi alle Nazioni Unite, mentre l’altro Governo, quello di Tobruk, ha chiesto un intervento da parte della………

In evidenza
Di

Ue: bassa la crescita italiana, migliora il deficit

La Commissione europea ha aggiornato le previsioni macroeconomiche: nel 2015 il deficit italiano si ridurrà, attestandosi al 2,6% del Pil e al 2% nel 2016. Resta invariata la stima sulla crescita del Pil, +0,6% nel 2015, ma è al rialzo la stima nel 2016, +1,3% (da +1,1% dello scorso novembre). In aumento le difficoltà sul mercato del lavoro, secondo Bruxelles, infatti, la disoccupazione prevista è in aumento al 12,8% nel 2015. A livello europeo ci sarà una crescita “moderata” di tutte le …

In evidenza
Di

Istat, torna la fiducia di consumatori e imprese

Ritorna la fiducia dei consumatori e delle imprese, e cresce nel mese di gennaio. L’indice dei primi è salito a 104,0 da 99,9, quello delle imprese, invece, è aumentato a 91,6 da 87,6 di dicembre 2014, livello che non toccava da settembre 2011. Contestualmente è tornato a risalire è anche il “mattone”, segnando un + 3,7% sullo stesso periodo del 2013. Nel frattempo, però, la crescita delle retribuzioni orarie contrattuali è ai minimi storici. A rilevarlo è l’Istituto nazionale di statistica …