Podemos

Esteri

Spagna, il partito musulmano
e il Podemos di destra

La novità politica in Spagna non è già più Podemos, lo sconvolgimento dello storico bipartitismo spagnolo alla elezioni andaluse di domenica prossima potrebbe passare anche per altre due formazioni politiche, Ciudadanos , formazione “stile Podemos” vicina di centro destra guidata da Albert Rivera, giovane catalano che si oppone fermamente all’indipendentismo regionale e dal Prune.

Esteri

Podemos…
cambiare il PSOE

“Il cambiamento è possibile” non è solo lo slogan usato sabato a Madrid da decine di migliaia di persone durante lo straordinario corteo organizzato da Podemos, ma è quanto sta avvenendo nel PSOE alle spalle del segretario Pedro Sanchez.

Il sismografo posizionato fuori dalla sede centrale del Psoe in calle Ferraz deve aver registrato forti scosse, ma l’epicentro non era quello della centralissima Puerta del Sol dove Podemos nel suo primo vero comizio nazionale ha fatto tremare l’intera classe politica spagnola, ma in Andalusia dove la “onnipotente” Susana Diaz, segretaria regionale del partito e Presidenta della regione si sta muovendo in vista delle imminenti elezioni anticipate locali, ma soprattutto delle tanto posticipate primarie per scegliere il candidato o la candidata socialista alla presidenza del governo.

In evidenza

Spagna, soffia forte il vento di Podemos

Il 2015 in Spagna è iniziato sotto il segno dei sondaggi e di una campagna elettorale lunga undici mesi. Se fino a tre giorni fa gli opinionisti spagnoli erano occupati a commentare lo straordinario, e inaspettato, primo posto nei sondaggi del Partito Popolare del capo del governo Mariano Rajoy, oggi arriva un’altra novità. Un sondaggio reso pubblico questa mattina e realizzato da My Word per ObSERvatorio de la Cadena SER, ha stravolto lo scenario politico spagnolo, con Podemos primo …

Esteri

Spagna, urne con sorpresa
Per ora, la corsa è a tre

Inizio dell’anno in discesa per il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy dopo un 2014 vissuto sull’orlo di una crisi di governo.
Secondo l’ultimo sondaggio realizzato da NC Report, se gli spagnoli votassero oggi il primo partito sarebbe ancora il Partido Popular, con un risultato però lontanissimo dal 44.6% di quattro anni fa, ma con un 28,6% che oggi lo colloca distante dal disastro elettorale pronosticato solo qualche mese fa durante gli scandali che avevano travolto ministri e leaders locali del PP.

In evidenza

Questa volta è la BCE: fate le riforme o sono guai

Ormai è un coro: prima la Merkel sabato, poi ieri Juncker, e oggi la Bce, cioè Draghi: fate i compiti a casa, fate riforme credibili. Il richiamo alla BCE all’Italia dice “E importante assicurare il pieno rispetto dei requisiti del Patto di stabilità e crescita e della regola del debito per non mettere a repentaglio la sostenibilità delle finanze pubbliche e preservare la fiducia dei mercati”. Tsipras intanto spiega il suo ‘piano’ per il taglio del debito pubblico e fa campagna elettorale …

In evidenza

Grecia, alta tensione sul voto presidenziale

Le elezioni del nuovo presidente della Repubblica in Grecia – avrebbero dovuto svolgersi a febbraio, ma si terranno invece tra dieci giorni, il 17 dicembre – e stanno agitando l’Europa, non solo quella politica. Le ragioni delle paure risiedono nella possibilità di una crisi col conseguente ritorno alle urne e un possibile capovolgimento politico della maggioranza al governo.

Il primo ministro Antonis Samaras ha candidato Stavros Dimas, già commissario europeo per l’ambiente e ministro …