Presidente della Repubblica

Approfondimento
Di

Dopo la fumata nera per Marini, il Pd fa le primarie del presidente

Doppia fumata nera e le speranze di Franco Marini non arrivano nemmeno al tramonto della prima giornata di votazioni. Impallinato, come vuole una lunga tradizione, sulla via del Quirinale, il candidato del Pd ottiene un deludente 521 voti contro i 673 necessari all’elezione a botta secca, e quando nel pomeriggio di ieri si ripete la votazione non il suo nome scompare del tutto o quasi dalle schede. Il Pd fa sapere di non volerlo bruciare per il futuro immediato, ma tutti capiscono che le cose…

In primo piano
Di

QUIRINALE: AL SECONDO SCRUTINIO FUMATA NERA PER MARINI, CRESCE CHIAMPARINO

Seconda fumata nera per l’elezione del presidente della Repubblica. Un risultato scontato visto l’annunciata scheda bianca di Pd, Pdl, Scelta civica e la non partecipazione al voto della Lega. Il piu’ votato e’ stato Stefano Rodota’ con 230 preferenze. Sale il consenso per Sergio Chiamparino che tocca i 90 voti (al primo scrutinio erano stati 41). Bianche 418, nulle 14. Tra i nomi votati anche quelli di Giorgio Napolitano, Rocco Siffredi, Romano Prodi, Emma Bonino, Rosy Bindi, Arnaldo Forlani…

In evidenza
Di

Quirinarie, Gabanelli prima in “classifica”: ecco la hit parade grillina, ma è mistero sui numeri

Gabanelli prima in “classifica”. “Quirinarie” o hit parade fa lo stesso, basta che a vincere sia stato il cuore come ha sentenziato l’ideologo del Movimento 5 Stelle Paolo Becchi. E’ Milena Gabanelli, giornalista Rai autrice di “Report”, la candidata per il Quirinale del movimento 5 stelle. Questo il responso delle “Quirinarie” lanciate via web dal Movimento di Beppe Grillo, che aveva sottoposto alla consultazione online dei militanti una rosa di nove nomi, di cui ha fornito la classifica…

Approfondimento
Di

Quirinale: meno tre giorni al voto. Nencini a grandi lettori, votiamo Bonino

Il conto alla rovescia sta per terminare. Oggi la presidente Laura Boldrini convocherà a Montecitorio il Parlamento in seduta comune per l’elezione del Presidente della Repubblica, il dodicesimo della storia. Salvo sorprese, deputati e senatori inizieranno a votare dalle 10 di giovedì 18, mentre il pomeriggio del giorno prima gli uffici di presidenza di Senato e Camera e le rispettive Conferenze dei capigruppo si riuniranno nella sala della Regina. “La nostra Italia ha la necessità di avere…

Approfondimento
Di

Quirinale, la ricetta dei saggi? Già da tempo avanzata dal Psi

“A leggere la relazione dei dieci saggi, abbiamo scoperto di essere saggi anche noi.” Ironico e pungente il segretario del Psi Riccardo Nencini commenta così il delicato, visto il momento politico e il ruolo affidato loro da Napolitano, lavoro svolto in quest’ultima settimana dai “saggi”. Una relazione, quella presentata ieri dai “saggi” o “facilitatori” della formazione del prossimo governo, che spazia dalla riforma della legge elettorale al dimezzamento delle Camere, dal finanziamento…

In evidenza
Di

“Quirinarie”: l’hacker, «Nessun attacco, violare i sistemi informatici 5Stelle è un gioco da ragazzi»

«Non serve un hacker per lasciar votare mille volte la stessa persona: non scomodiamoli per la vicenda delle “Quirinarie”». Ad affermarlo è Fabio Ghioni, uno tra i massimi esperti di sicurezza informatica ed ex hacker lui stesso, intervenendo sulla questione del presunto attacco contro le votazioni, indette dai 5 Stelle per scegliere il loro candidato per la Presidenza della Repubblica. Ghioni si è detto convinto che «l’attacco “nemico” non c’entri niente con la débâcle dell’esperimento di…

In evidenza
Di

M5s, ‘quirinarie’ da rifare. Basta un click: parola di ‘troll’

La carica dei troll avrebbe messo ko il cervellone informatico targato Casaleggio e Co. C’è da immaginarsi scene di panico collettivo con i 109 grillini in fuga nel mare magnum della Rete per scampare all’orda barbarica annunciata ieri dal leader maximo Grillo e puntualmente piovuta dal cielo come una pioggia di rane. Una delle dieci piaghe d’Egitto avrebbe fatto mambassa dei voti espressi on line con un’azione disturbatoria. Ma con che modalità non è dato saperlo. Quello che è stato…

In evidenza
Di

Il governo che non c’è: al Colle e al Nazareno partite parallele tra numeri e nomi

Mentre è in corso al Quirinale l’incontro tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Silvio Berlusconi e Roberto Maroni, a via del Nazareno si sta consumando un’altra partita, fatta di numeri e nomi. Due fronti paralleli per mettere in piedi il governo che non c’è, ancora per il momento. La delegazione congiunta di Pdl e Lega a colloqui dal capo dello Stato è composta, oltre che dai due leader, dal segretario del Pdl, Angelino Alfano, e dai capigruppo di Camera e Senato, Renato…

In primo piano
Di

IL PDL ACCUSA NAPOLITANO DI INGERENZA DOPO LA VISITA AD OBAMA. IL COLLE: «ACCUSE INFONDATE E GRATUITE»

Non si placa lo scontro tra Silvio Berlusconi e il Colle dopo le dichiarazioni di Giorgio Napolitano in visita dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. «Deploro chi, dopo aver sostenuto il governo Monti per 13 mesi, ora offre un giudizio lapidario» visto che, «l’Italia, nel 2011, era sull’orlo del collasso», aveva affermato il Presidente della Repubblica dopo il suo colloquio con Obama. Di fronte alle dichiarazioni di Napolitano sono insorti Pdl e Lega: per il centrodestra, infatti…

Approfondimento
Di

Napolitano lancia allarme carceri. Il garante: «La classe politica è rimasta inerme»

«Il prestigio e l’onore dell’Italia» dipendono anche dalla situazione penitenziaria del Paese. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano durante la visita al carcere di San Vittore, esprimendo delusione per i tanti appelli rimasti lettera morta in merito al disastroso stato in cui versano le carceri italiane. Napolitano ha ricordato come sia compito del suo successore e del prossimo Parlamento quello di adempiere «all’impegno inderogabile» di rendere i penitenziari…