protesta

In evidenza
0

La protesta dei risicoltori italiani

Un incremento del 754% nei primi tre mesi 2014 dell’importazione di riso dalla Cambogia e dalla Birmania. Questo il dato allarmante che stamane ha spinto numerosi agricoltori, mondine e loro famiglie a radunarsi nelle città dei territori di produzione del riso (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Sardegna) per protestare contro il rischio di estinzione di una coltivazione importante per la salute, il territorio e l’occupazione. Secondo il dossier elaborato dalla Coldiretti “dall’iniz…

Economia
3

Grillo si concede ai giornalisti e corregge il tiro: «Quello di sabato è stato un golpettino istituzionale furbo»

Se sabato aveva gridato al “golpe”, ieri ha subito corretto il tiro, definendo la rielezione di Giorgio Napolitano “golpettino istituzionale furbo, giocato sulle parole, sulla semantica». Sempre ieri, durante la conferenza stampa nel quartiere Testaccio di Roma accompagnato dai capigruppo Vito Crimi e Roberta Lombardi e tutti i parlamentari M5S, i giornalisti hanno avuto la possibilità, per la prima volta, di fare domande dirette al leader del MoVimento5Stelle. Durante l’incontro Grillo si è…

Economia
0

La beffa dell’Idi: lavoratori senza stipendio da quattro mesi, ma i soldi ci sono e restano bloccati

La situazione è arrivata all’insostenibilità. È dallo scorso agosto che 1.800 lavoratori dell’Idi, l’ospedale dermatologico, polo d’eccellenza mondiale della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione, non percepiscono stipendio. Oggi, dopo mesi di crisi, i sei lavoratori che dal 15 novembre scorso si sono asserragliati sul tetto della struttura inizieranno uno sciopero della fame ad oltranza. «Chiediamo, innanzitutto, l’immediato pagamento degli stipendi e l’apertura di un tavolo…

Cronaca
1

#14N, è sciopero in tutte le capitali europee contro l’austerità

Ogni chiamata per sciopero generale merita una particolare attenzione per la sua importanza e l’impatto politico, ma quella che avrà luogo oggi, 14 novembre lo sarà ancora di più. Sui giornali spagnoli, si legge da giorni, il 14 novembre verrà ricordato come la data del primo sciopero internazionale del XXI secolo. Il 14N l’Europa vivrà una giornata di azione e di solidarietà per riportare l’attenzione sui temi legati all’occupazione, contro le misure di austerità. Un giornata di protesta…

Esteri
1

Scuola: gli studenti in piazza protestano “a suon di ortaggi” contro il governo

Se a Bologna venivano distribuite mele, per sottolineare che la scuola pubblica italiana è “alla frutta”, a Roma si lanciavano carote contro il Miur (il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per ricordare che al bastone, si deve alternare anche l’ortaggio. Il riferimento è alle recenti dichiarazioni del ministro del Miur, Francesco Profumo secondo il quale «al Paese servono bastone e carota, ma non troppa carota». A Milano e a Napoli gli studenti hanno rispettivamente…

Economia
0

Alcoa, aumenta la tensione: tre operai salgono su un silos in segno di protesta

Si inasprisce la protesta dei lavoratori dello stabilimento di Portosvesme, in provincia di Carbonia-Iglesias. Al termine dell’incontro voluto dai lavoratori con i leader di Pd, Pdl e Udc, per discutere della vertenza dell’Alcoa, che prevede la chiusura dello stabilimento, tre operai sono saliti su un silos a 70 metri d’altezza in segno di protesta. «Ci rimarremo fino al giorno dell’incontro al Mise (ministero dello Sviluppo Economico)», hanno promesso. Il vertice al Mise con i sindacati…

Esteri
0

Sulcis, ancora tensione: due operai scendono -400 metri. Ma poi desistono

Nuovo gesto di protesta da parte dei minatori del Sulcis, barricati da sei giorni, nella miniera di Nuraxi Figus, nel Comune di Gonnesa. Ieri, due lavoratori sono scesi a 400 metri sotto il livello del mare, asserragliandosi nel pozzo, ma sono stati convinti a rinunciare al gesto, ritenuto estremamente pericoloso. Sale ancora dunque la tensione dopo il clamoroso gesto da parte del delegato sindacale Stefano Meletti che mercoledì scorso – durante un incontro coi giornalisti – si è tagliato un …

Cronaca
1

Forconi, la denuncia: «A Roma sinni fùttino di noi, faremo casino»

Le pompe di rifornimento sono ormai a secco. E sembrano inutili, laddove ancora si vedono, le file interminabili di macchine e motorini nei distributori per avere un goccio di carburante. I mercati e i supermercati hanno gli scaffali vuoti e generi come frutta e verdura sono merce introvabile. Qualcuno lamenta casi di speculazione e mercato nero sia della benzina che dei generi alimentari. Mentre a Mazara Del Vallo fioccano le denunce di furti di carburante direttamente dalle auto.