PSE

In primo piano
2

A LIPSIA PER I 150 ANNI DELL’SPD IL VERTICE DEI SOCIALISTI. PAPANDREU E AYALA RISPONDONO A GABRIEL RILANCIANDO L’INTERNAZIONALE

Nencini-Lipsia-PES

Nel giorno in cui, a Lipsia, la Spd, partito cardine dell’Internazionale socialista e più grande partito socialdemocratico della storia, celebra il suo centocinquantesimo compleanno, i rappresentanti di 80 partiti, provenienti da ogni parte del mondo discutono del futuro del socialismo. Futuro al quale si guarda da tanti punti di vista, alcuni genuinamente rivolti a rilanciare la socialdemocrazia a livello mondiale, altri molto più interessati alle controversie interne…

Blog
0

Si apre il terzo tempo per l’Europa

Sta iniziando il terzo tempo per l’Europa. Dopo la nascita della prima federazione di stati europei, dopo il trattato di Maastricht, si aprono le frontiere ad una intesa euro-atlantica per scrivere un tavolato di diritti comuni ai popoli della terra e fissare nuove regole per il mondo della finanza.Ho rivolto questo messaggio al compagno e amico Martin Schulz, nel giorno della sua visita a Roma. Come preannunciato a settembre al congresso del PSE a Bruxelles e a Martin stesso, i socialisti

In primo piano
2

SI RAFFORZA LA CASA DEI RIFORMISTI E DEI DEMOCRATICI: CASINI VUOLE ESSERCI

Pierferdinando Casini si è voltato, una volta per tutte, verso il partito Socialista di Riccardo Nencini cogliendo tra le righe la proposta del progetto della Casa dei riformisti e dei democratici lanciato dalla direzione nazionale del Psi. «Come in Grecia e in Germania il tema di un patto di emergenza tra chi è nel Ppe e chi è nel Pse esiste. Tra progressisti e moderati si può creare un asse per governare l’Italia. Come capiscono anche tanti moderati del Pdl». In un’intervista rilasciata…

Esteri
0

Pia Locatelli: Bene la vittoria del socialista Hollande, ora puntiamo all’Eliseo

L’Eliseo non è ancora targato Hollande. Con buona probabilità lo sarà, ma per esserne sicuri bisogna ancora aspettare due settimane. Quindi, prima ancora che alleati di altri paesi spendano questa vittoria come vento positivo che investirà anche il loro Paese, è necessario stare a guardare e, nel caso, prendere il meglio della candidatura socialista francese senza mettervi cappello impropriamente. Anche perché la percentuale con cui ha vinto il candidato (28,6%) non è certo così distante da…

1 7 8 9