Ramzan Kadyrov

In evidenza
0

Caso Nemtsov. La pista islamica e la colpa cecena

Il caso del delitto di Boris Nemtsov, ex vice ministro e oppositore del presidente Putin, riporta le lancette indietro di almeno un quarto di secolo, tra spie, guerre fredde e delitti dai doppi risvolti. L’omicida ha confessato, si tratta di Zaur Dadayev, ceceno ed ex vice comandante del 46esima brigata operativa delle truppe del ministero dell’Interno. Il motivo sarebbe da ricercarsi nella condanna da parte di Nemtsov alle strage di Parigi e alla fede islamica dell’assassino, anche se sono…