Berlusconi, il rinvio salvatutti

BerlusconiSe ne riparla a novembre. I senatori voteranno solo il mese prossimo sulla decadenza di Silvio Berlusconi perché la relazione del capogruppo della commissione Stefàno è arrivata solo oggi e dunque non c’era più modo di rifare il calendario dell’aula. Anche l’ultimo scontro, quella sul voto segreto o palese, si è concluso con un rinvio in giunta al 29 ottobre, lasciando ammaccati tutti i contendenti. Questi ritardi potrebbero rivelarsi provvidenziali per tentare di svelenire il clima perché ancora una volta sui destini di Silvio Berlusconi, peraltro con un risultato scontato visti i numeri di Palazzo Madama, il governo può giocarsi l’osso del collo. Continua a leggere

CASSAZIONE, CONTO ALLA ROVESCIA PER BERLUSCONI. IL PDL ASPETTA IN SILENZIO LA SENTENZA SUL SUO LEADER

Berlusconi-attesa-giudizio

Ora che la lunga attesa sta terminando, e il pronunciamento della Cassazione è sempre più vicino, la paura fa tremare le gambe degli esponenti del Pdl. Falchi o colombe che siano. Al di là della comune volontà di difendere Berlusconi da una condanna definitiva, che lo stesso leader crede ormai inevitabile, a via dell’Umiltà sono in molti a porsi domande sul futuro. Non del partito, che è legato a doppio nodo a quello del Cavaliere, ma dei propri destini personali. Continua a leggere

Strage di Viareggio, tutti rinviati a giudizio. A novembre il processo per accertare le responsabilità

Sentenza-Viareggio«Una decisione deludente». Così Ambra Giovene, avvocato difensore di alcuni dirigenti di Rfi spa, ha definito il rinvio a giudizio stabilito dal gup di Lucca, Alessandro Dal Torrione, in merito alla vicenda della strage di Viareggio in cui persero la vita 32 persone nella notte del 29 giugno del 2009. Tutti rinviati a giudizio i 33 imputati tra cui anche Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie: con lui siedono sul banco degli imputati dirigenti e funzionari di altre società del Gruppo Rfi e della ditta proprietaria del convoglio carico di gas che deragliò provocando la strage. Continua a leggere

Processo Mediaset: i giudici ribadiscono il loro “no” alla sospensione elettorale per Berlusconi

Processo Mediaset rinviatoSe nel “processo Ruby”, il giudice aveva respinto l’istanza di legittimo impedimento, nel procedimento Mediaset, quello relativo ai diritti diritti televisivi, a Berlusconi è andata poco meglio. I giudici della Corte d’Appello di Milano hanno accolto infatti la richiesta di legittimo impedimento del Cavaliere per la giornata di venerdì, rigettando invece quella relativa ai due difensori di Silvio Berlusconi, gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo, che  non avevano indicato, come prevede la norma la possibilità o meno di poter nominare un sostituto processuale. I giudici hanno aggiornato l’udienza al prossimo primo febbraio e rigettato l’istanza di sospensione del procedimento a dopo le elezioni. Continua a leggere