stepchild adoption

In evidenza
Di

Unioni Civili, la CEI guida il fronte del NO

Acque agitate per la navigazione del ddl Cirinnà, quello sulle Unioni civili. Il testo della proposta della parlamentare piddina, largamente condiviso (anche dai socialisti), si sta scontrando col muro dell’integralismo cattolico, ma non è solo una questione di principi. In ballo c’è anche il ruolo della minoranza di Alfano. “L’unica preoccupazione che dobbiamo avere è – ricorda Nencini – il bene del bambino”. E sì perché Alfano cerca di giustificare la presenza nella maggioranza di centrosinist

In evidenza
Di

Unioni Civili. Psi, No all’affido rafforzato

I cattolici del Pd preparano la contromossa per scongiurare la stepchild adoption, che consentirebbe al componente di una coppia dello stesso sesso di poter adottare il figlio del partner. Nencini: “L’affido rafforzato rischia di fare del male al bambino”. Locatelli: ” Trasformare la stepchild adoption in ‘affido forzato’, vorrebbe dire svuotarlo di contenuti e creare una nuova discriminazione che colpirebbe non solo le coppie omosessuali, ma anche i figli e le figlie di uno dei partner”.

Approfondimento
Di

Sentenza storica, sì adozione a coppia lesbica

Il tribunale per i Minorenni di Roma ha riconosciuto l’adozione di una bimba che vive in una coppia lesbica, figlia biologica di una sola delle due conviventi. Si tratta del primo caso in Italia di “stepchild adoption” (adozione del figliastro) vuol dire l’adozione da parte di uno dei due componenti di una coppia del figlio, naturale o adottivo, del partner.
Puo’ dunque riferirsi sia a coppie eterosessuali che omosessuali, anche se viene comunemente riferita a coppie dello stesso sesso. Oltre che nel Regno Unito, la stepchild adoption e’ consentita anche in altri adozione lesbiche roma Paesi europei dove e’ possibile per le coppie omosessuali adottare bambini, come ad esempio Spagna, Svezia, Norvegia, Danimarca, Belgio, Francia ma anche in nazioni, come Germania, Finlandia e Groenlandia, che pur non consentendo l’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso riconoscono a chi e’ in convivenza registrata con una persona di sesso uguale l’adozione dei figli naturali e adottivi del partner.