Tunisi

In evidenza
0

Tunisi. Polizia licenziata per negligenza

Nessuna indulgenza dopo l’attentato al Museo del Bardo, alla vigilia della sua riapertura. Il primo ministro tunisino Habib Essid ha licenziato sei responsabili della polizia di Tunisi, la decisione è stata presa oggi poco prima dell’inizio del Forum sociale mondiale, che durerà fino al 28 marzo. Secondo il primo ministro, sono state riscontrate delle “lacune” nella protezione del quartiere in cui si trova il museo. Sono già stati nominati i loro sostituti. Tra le persone licenziate, ci sono …

In evidenza
0

Tunisi. L’Italia pronta anche a intervenire

La strage di Tunisi ha sconvolto e tenuto con il fiato sospeso mezza Europa, ma a 24 ore dall’assalto al Museo del Bardo, ad opera di terroristi Isis, l’ansia rimane. Risulta, infatti, ancora incerto il numero delle vittime dell’attentato. Poche ore fa i corpi delle due donne italiane disperse, Antonella Sesino, 54 anni dipendente del Comune di Torino, e Giuseppina Biella, 70enne di Monza, sono stati ritrovati.
A turbare inoltre è sapere che un piccolo gruppo di terroristi (appena cinque) …

In evidenza
1

Tunisia. A sorpresa si annuncia una vittoria dei laici

Se confermata la notizia ha una estrema rilevanza: secondo due exit pool il partito laico e secolarista Nidaa Tounes sarebbe in deciso vantaggio sul partito rivale, il movimento islamico Ennahda, con uno scarto di circa 10-12 punti percentuali (37 contro 25-24%) nelle seconde elezioni parlamentari dopo la rivoluzione dei Gelsomini: Essendo exit poll, bisogna essere molto cauti, ma fonti di Nidaa Tunes hanno fatto sapere di aver già conquistato 80 dei 217 seggi in lizza contro i 67 del …

In evidenza
0

Caos Libia, in fuga verso occidente

La situazione sta precipitando non solo in Medioriente dove oggi Israele ha attaccato un’altra scuola Onu ma anche in Libia, dove l’attenzione occidentale è concentrata esclusivamente sui propri connazionali lì presenti. Ieri nonostante l’annunciata tregua a Tripoli di 24 ore per domare l’incendio scoppiato a seguito dell’esplosione un deposito di carburanti nello scalo, non sono cessati i combattimenti fra le milizie rivali per il controllo dell’aeroporto. Il fumo nero delle esplosioni …