Unione europea

Economia
0

Berlusconi: «Lo spread non importa», ma Squinzi lo bacchetta. Per i sondaggi è finita l’era del Cavaliere

«L’anticipo delle elezioni dovuto alle dimissioni di Monti è risibile perché si tratta di poco più di un mese, quindi non c’è una ragione vera per la quale i mercati si debbano agitare. Per quanto riguarda lo spread, ma smettiamola di parlare di quest’imbroglio, di spread non si era mai sentito parlare, se ne è sentito parlare soltanto da un anno e che cosa ci importa di quando (quanto? ndr) gli interessi che il nostro debito pubblico paga a chi investe nei nostri titoli rispetto a quello che…

Esteri
1

Grecia, l’Eurogruppo trova l’accordo: sbloccata la terza tranche di aiuti

Finalmente una buona notizia dall’Unione Europea: l’Eurogruppo ha deciso di sbloccare la terza tranche di aiuti per la Grecia, dopo aver constatato il raggiunto accordo tra la Grecia e la troika, composta da Commissione Europea, BCE e Fondo Monetario Internazionale, sulle misure di politica economica e sulle riforme da adottare nei prossimi anni. A suo favore il Paese ellenico ha potuto addurre l’ampio set di riforme ratificato negli ultimi mesi, l’approvazione del bilancio 2013 ed una…

Esteri
0

Ue: bilancio, accordo lontano. La cancelliera Merkel non crede all’intesa

E’ sempre più’ probabile che il negoziato tra i leader dei 27 Paesi Ue sul bilancio 2014-2020 si concluda con un nulla di fatto, rinviando il dossier all’anno prossimo. Questa almeno l’indicazione che emerge dalle dichiarazioni rilasciate, al loro arrivo nella sede del Consiglio dove ha preso il via la seconda giornata di lavori del summit straordinario, dal premier inglese David Cameron, dalla cancelliera tedesca Angela Merkel e da altri loro colleghi. Prima della ripresa dei lavori del…

Approfondimento
0

L’UE sblocca i fondi per il terremoto in Emilia. Decisivo l’intervento di Monti e del socialista Schulz

È passato a maggioranza qualificata. I fondi europei destinati alla ricostruzione post-terremoto per l’Emilia arriveranno. La decisione è stata presa dai ministri delle Finanze dei paesi europei che hanno votato sì, nonostante la reiterata opposizione di Regno Unito, Svezia e Finlandia. Il Parlamento europeo ha dunque deciso di dare priorità assoluta ai 670 milioni promessi all’Italia rispetto all’approvazione del budget 2013. Una decisione di civiltà e di rispetto delle norme già previste…

Economia
0

Terremoto Emilia: i paesi del rigore non pagano la “bolletta” UE sugli aiuti

«Quando arrivano i conti, ognuno paga comunque i suoi», diceva il celebre cantante Vasco Rossi. Avesse avuto ragione, oggi all’Emilia colpita dal terremoto pochi mesi fa spetterebbero i 670 milioni di euro del Fondo di solidarietà messo a disposizione dall’Unione Europea dopo il disastro del sisma di alcuni mesi fa. Ma, evidentemente, la massima non si applica a tutti i casi. E questa volta “insolventi” non sono i paesi stretti nella morsa della crisi, ma le “locomotrici” d’Europa. Germania…

In evidenza
1

La Germania vuole un supercommissario Ue. Braccio di ferro tra Monti e Draghi

Nei giorni scorsi si è parlato molto della proposta del ministro delle Finanze tedesco Wolfang Schauble di assegnare al Commissario Europeo per gli Affari economici maggiori poteri, finanche di veto, nell’approvazione dei bilanci dei singoli Stati dell’Unione Europea. La proposta ha suscitato numerose reazioni, contrastanti, da parte dei vari leader europei. Il presidente del Consiglio Monti l’ha bollata come non necessaria. Il Governatore della BCE Mario Draghi si è invece dichiarato a…

Approfondimento
3

Cresce ancora il debito pubblico italiano. Basta tasse, che la spending review sia reale

L’Eurostat ha diffuso i dati sull’andamento del debito pubblico in Europa, che confermano la crescita in quasi tutti i Paesi europei. Alla fine del secondo trimestre del 2012, il debito pubblico dei 17 Paesi dell’Eurozona si attestava al 90% del Prodotto Interno Lordo, in aumento rispetto all’88,2% di fine marzo e rispetto alla fine di giugno 2011, quando il debito era pari all’87,1 percento del PIL. La crescita del debito non è peculiare dei Paesi dell’area euro. Anche nell’Unione Europea a…

In evidenza
0

Nobel per la Pace all’Unione Europea per aver garantito «la democrazia e i diritti umani»

Nessun dubbio. Il Comitato norvegese ha deciso di assegnare con voto unanime il Nobel per la Pace 2012 all’Unione Europea per il suo ruolo nei «progressi nella pace e nella riconciliazione» e per aver garantito «la democrazia e i diritti umani» nel Vecchio continente. Motivazioni che traspaiono con forza dalle parole del presidente del comitato, Thorbjorn Jagland, che ha parlato di una Ue «alle prese con una delle crisi più gravi della sua storia», ma garante da decenni della pacificazione…

Esteri
5

Europa, riscoperta del principio di uguaglianza e futuro del socialismo

Nel nostro tempo la crisi del modello sociale liberale sembra ormai inarrestabile. Il pensiero dei grandi teorici del neoliberismo, come Hayek e Nozick, che avevano preso posizione non solo contro il socialismo ma anche contro il keynesismo e lo Stato sociale, sembra passato di moda. L’idea che l’ordine economico è un meccanismo autonomo e spontaneo che produce ordine sociale e non oppressione sembra tramontato. Ma soprattutto è in crisi anche la teoria di Rawls che ha proposto una…

Esteri
1

I tempi della politica, i tempi della finanza e i rischi della rivolta sociale

Voglio ricordare la spiegazione di Karl Polanyi della crisi del Gold Standard e conseguente crack del ’29 e avvento di fascismo e nazismo come reazione ineluttabile della società al dominio della dimensione economica su tutte le altre della società. E’ la politica che tiene assieme le varie dimensioni della collettività degli esseri umani, ed oggi come allora latita. Oggi come negli anni Venti la finanza e l’economia sono globalizzate e la politica no. Oggi come allora veniamo da un lungo…