Verdini

In primo piano
1

LA QUADRA

Alla fine l’accordo è arrivato. Quello con la minoranza dem che voterà a favore dei…

In primo piano
0

MEGLIO SANI

Come diceva Catalano meglio sani e ricchi piuttosto che poveri e cagionevoli. Parole che il…

In evidenza
2

Scuola avanti tutta. Anche con la fiducia

Scuola avanti tutta. Accelerare al massimo il lavoro in commissione, con coinvolgimento e responsabilizzazione di tutti, per provare a correre contro il tempo e fare le 100mila assunzioni previste dal ddl. Questa è l’indicazione che emerge dal Pd dopo la riunione di questa mattina con il premier Matteo Renzi. Riunione da dove sono uscite parole di incomprensione su una parte del sindacato nel momento in cui si dovesse mettere di traverso contro il più grande piano di assunzioni della storia…

In evidenza
0

Riforme, torna il muro contro muro

Eppure sembrava che potesse esserci un accordo per evitare il caos in Senato. Invece ognuno è rimasto sulle proprie posizioni. Chiti aveva infatti presentato una proposta, “condivisa con i colleghi che sostengono la maggioranza” che prevedeva in sintesi di ridurre gli emendamenti e concentrare il confronto sulla riforma attorno a grandi temi, votare entro agosto alcune decine di emendamenti fondamentali e poi la prima settimana di settembre le dichiarazioni e il voto finale. Una proposta …

In evidenza
0

La maggioranza c’è, anzi è più forte

Ricapitoliamo. Questa mattina all’apertura dei lavori al Senato, la situazione che si prospettava era quella della spaccatura conclamata del PDL. Non c’era più alcun dubbio. Né le minacce né le intimidazioni avevano convinto Alfano e gli altri a retrocedere. Alla votazione si prospettava un risultato che avrebbe assegnato a Letta una maggioranza di circa 170 senatori, una decina in più del necessario. Dunque non solo maggioranza numerica, ma quel che più conta, una maggioranza politica…