martedì, 29 Settembre, 2020

Top & Flop della Serie A: “Salah perché ti amo” all’Olimpico

0

Juventus e Roma provano la fuga: i bianconeri passano 2-1 sul campo del Chievo senza brillare, i giallorossi passeggiano 3-0 in casa contro il Bologna grazie alla tripletta di uno scatenato Salah. Tiene il passo il Milan, l’Empoli rompe il digiuno di gol con un poker a Pescara, all’Inter inizia la cura Pioli. Vediamo i top & flop di questa giornata.

salahTOP – Al terzo posto Gianluca Lapadula. Arrivato come colpo estivo, l’attaccante del Milan ha giocato pochissimo, chiuso da Carlos Bacca. Mai una polemica, l’ex attaccante del Pescara ha aspettato la sua chance e l’ha sfruttata al meglio, regalando la vittoria ai rossoneri 2-1 a Palermo con uno spettacolare colpo di tacco. Ora merita più spazio. Sul secondo gradino del podio Gian Piero Gasperini, ormai presenza quasi fissa. La sua Atalanta continua a stupire: il successo 3-0 in casa del Sassuolo è il quarto consecutivo, il sesto nelle ultime 7 gare e la difesa ha preso un solo gol nelle ultime 6. Numeri da Europa e infatti i bergamaschi hanno agganciato la Lazio al quarto posto. Ma la prima posizione se la merita Mohamed Salah che con la sua tripletta ha permesso alla Roma di superare 3-0 il Bologna all’Olimpico e di restare in scia della Juventus. Sull’attaccante egiziano ex Fiorentina si diceva che fosse rapidissimo ma poco lucido sotto porta. Invece sta facendo ricredere i più critici a suon di gol e assist. La notizia negativa per la società capitolina è che a gennaio lo perderà per la Coppa d’Africa: sostituirlo non sarà facile.

FLOP – Al terzo posto Gonzalo Higuain. Parliamo del miglior centravanti in Italia, uno dei migliori al mondo, ma la sua prestazione in Chievo-Juventus è stata a dir poco sottotono: un paio di errori sotto porta non da lui e molte volte assente nel gioco. Non è un campanello d’allarme, ma a Napoli aveva più continuità. Forse ci aveva abituato troppo bene. Al secondo posto il tecnico del Cagliari, Massimo Rastelli. La sua squadra sta facendo più che bene considerando che è una neopromossa ma la difesa sta dando segnali preoccupanti: con il 5-1 subito in casa del Torino, i gol presi nelle ultime 4 partite sono in totale 15. Fortuna che l’attacco continua a segnare e che in casa i rossoblù si trasformano, ma qualche modifica nella fase arretrata è necessaria. Al primo posto Carlos Bacca. L’attaccante colombiano del Milan vive un momento molto difficile: non segna da 5 partite, una sola rete su rigore nelle ultime 7. Numeri non da lui, il tecnico rossonero Montella non gli ha risparmiato qualche critica (“deve giocare di più per la squadra”) e si fa sempre più grande l’ombra di Lapadula. La sosta gli farà bene.

Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply