mercoledì, 3 Marzo, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Trapani finalista per la città italiana della cultura

0

Trapani è in trepidante attesa per la scadenza del 18 gennaio, quando sarà proclamata la città “Capitale italiana della Cultura 2022”, alla quale sarà assegnato un contributo di un milione di euro. ‘Arte e Cultura, Vento di Rigenerazione’ è il titolo del dossier trasmesso al Mibact per la candidatura a “Capitale Italiana della Cultura 2022”, che concorrerà al titolo assieme alle altre città finaliste: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Procida, Taranto, Verbania, Volterra.
La candidatura di Trapani è sostenuta da un progetto che prevede anche interventi infrastrutturali in grado di lasciare un segno duraturo. Per candidare Trapani a Capitale italiana della cultura 2022 è stata costituita una squadra di progettazione che ha elaborato il dossier, con oltre 100 progetti, un vero Piano strategico culturale che vede la piena partecipazione dei comuni, delle istituzioni, degli attori della filiera culturale, di talenti creativi, dei giovani, delle scuole, delle organizzazioni sindacali e datoriali, del tessuto imprenditoriale.

Il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida e l’assessore alla Cultura, Rosalia d’Alì, hanno detto: “La candidatura di Trapani è stata occasione per avviare lo sviluppo di un piano strategico che sostenga l’offerta culturale del territorio, anche in chiave turistica. Da questa iniziativa, potrebbe nascere un osservatorio provinciale perché la collaborazione tra gli attori del territorio si traduca in una strategia organizzativa di un calendario unico degli eventi”.
A sostenere la candidatura di Trapani, oltre al comune, anche l’assessorato regionale per il Turismo, Sport, Spettacolo della Regione Siciliana.

In tal senso, già dalle 18,30 di sabato scorso, sulla Pagina Facebook ‘Trapani  2022’ è possibile assistere al webinar “Policromie della musica e dello spettacolo” condotto dal musicista Nicola Augugliaro. Un focus su tematiche che riguardano il teatro, la musica, lo spettacolo, il cinema. Le voci di personalità  della città di Trapani e del suo territorio. Uno scambio di ideali, di valori e prospettive diverse. Un’emozione collettiva, un luogo proficuo di confronto per Trapani, candidata a Capitale Italiana della Cultura 2022. Lunedì 4 gennaio, sempre alla stessa ora si continuerà con un altro webinar con il  coordinamento della giornalista Ornella Fulco. Il tema sarà: “Policromie della natura”. Un incontro che intende riunire virtualmente i principali attori locali e i rappresentanti di  associazioni naturalistiche del territorio. Puntare su un patrimonio invidiabile per crescere. Mettere in rete le riserve naturalistiche più attrattive di Trapani e del suo territorio significa mettere in moto un meccanismo virtuoso in grado di portare benefici a tutti, rafforzando l’identità ed unicità trapanese nel mondo. Seguirà ‘Policromie del gusto’ il webinar che si svolgerà il 5 gennaio, alle ore 18.30.Un ricco patrimonio culturale da scoprire ma anche una gastronomia da assaggiare. Ecco alcune ragioni per seguire questo interessante webinar sul gusto. Si parlerà di tradizioni enogastronomiche del territorio, partendo dai nostri piatti più riconoscibili e dalle tipicità passando per i dolci, la pasticceria per terminare con olio e vino. Altro appuntamento sarà il 7 gennaio con “Policromie dei giovani e dell’innovazione”. Un viaggio nelle migliori realtà del territorio tra innovazione, associazionismo e imprenditoria giovanile. Proposte inedite e innovative per raccontare il territorio. Sarà possibile seguire tutti gli eventi senza necessità di iscrizione, semplicemente accedendo alla  pagina Facebook. Anche i webinar sono promossi dal Comune di Trapani con il sostegno dell’Assessorato al Turismo, Sport, Spettacolo della Regione Siciliana.
Oltre a tutto ciò, Trapani venne ricordata da Virgilio nell’Eneide per la sepoltura di Anchise (padre di Enea). Miguel Cervantes ambientò in Trapani due delle sue ‘Novelle esemplari’. Nel Teatro Garibaldi di Trapani, distrutto poi dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, esordì il celeberrimo tenore Enrico Caruso.
Trapani, città di mare e di saline, è il luogo dove comincia l’Italia. ‘Arte e cultura’ sono ‘vento di rigenerazione’ per tutta l’Italia.

 

Salvatore Rondello

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply