domenica, 17 Novembre, 2019

Trump a Londra banchetta sul tramonto dell’Europa

0

Tra i fattori in comune tra il Presidente americano Trump e quello russo Putin c’è sicuramente il vedere l’Europa come un intralcio alle loro rispettive egemonie.
Oggi il presidente Usa nel Regno Unito per la tre giorni di visite ufficiali, ha fatto innervosire Buckingham Palace non poco perché non ha nascosto ne la sua indole poco cavalleresca (la stretta di mano alla Regina Madre, i suoi commenti sulla ‘democratica’ Meghan Markle) ne il suo plauso per l’uscita di Londra dall’Unione Europea.
Si è chiusa con il banchetto a Buckingham Palace, organizzato dalla Regina Elisabetta, la prima giornata di Donald Trump a Londra. Il presidente Usa era accompagnato dalla moglie Melania e dalla figlia Ivanka. Presenti anche il principe Carlo e Camilla, i duchi di Cambridge William e Kate e la premier dimissionaria Theresa May, proprio a quest’ultima Trump ha fatto sapere che gli Usa sono pronti a chiudere “un accordo commerciale molto, molto sostanziale” con il Regno Unito dopo la Brexit. E ha invitato la premier a non lasciare il suo incarico a Downing Street, per poter concludere l’accordo commerciale con gli Stati Uniti dopo la Brexit. “È qualcosa che voglio fare e che la mia gente vuole fare”, ha insistito il presidente, per poi rivolgersi scherzosamente alla May quasi per indurla a ripensare le dimissioni: “Non mollare, facciamo questo accordo”.
Ma già giorni fa, aveva sfidato apertamente l’Unione europea: “La Gran Bretagna deve chiudere la questione, entro la fine dell’anno. Se non ottenete ciò che volete, alzatevi dal tavolo. Fossi in voi, non pagherei i 50 miliardi”. E si è intromesso anche sulla stessa politica di Downing Street, per lui Johnson sarebbe il suo premier favorito, ma ha chiesto anche di coinvolgere Farage: “Nigel mi piace molto. Ha tanto da offrire, è una persona assai intelligente. Non collaborano con lui, ma se lo facessero avrebbero parecchio da guadagnare”. Quindi, per rafforzare la mano di chi vuole la Brexit senza accordo con la Ue, ha promesso che appena i vincoli con Bruxelles fossero sciolti, gli Usa concluderebbero subito un nuovo accordo commerciale omnicomprensivo con Londra.
Pessimo ospite della Capitale britannica infine il presidente ha detto del Primo cittadino: “Incontrare il sindaco di Londra Sadiq Khan? No, non lo apprezzo molto. Penso che sia il gemello di de Blasio (il sindaco di New York, ndr), tranne per il fatto che è più basso”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply