sabato, 8 Agosto, 2020

La leggenda di Malabrocca, il ciclista che volle arrivare ultimo

0

Un graphic novel fresco di stampa: “Malabrocca – Un uomo solo… al fondo”, scritto e disegnato da Roberto Lauciello, edizioni ReNoir, 112 pagine, cartonato, a colori, racconta la storia di una delle leggende dell’epoca d’oro del ciclismo italiano: Luigi Malabrocca (Tortona, 22 giugno 1920 – Garlasco, 1 ottobre 2006), un campione che, quando non poteva arrivare primo, sceglieva di arrivare ultimo.

La storia inizia il 12 giugno 1949, il giorno dell’ultima tappa, da Torino a Monza, del Giro d’Italia. Un contadino sorprende nel fienile un uomo accanto a una bici da corsa. È Luigi Malabrocca, appunto, la cui specialità è la “fuga al contrario”: se tutti gli altri ciclisti corrono per arrivare in testa, lui corre per arrivare in fondo.

All’epoca, infatti, al Giro veniva assegnata non solo la Maglia rosa al primo arrivato, ma anche la Maglia nera all’ultimo classificato, accompagnata da un discreto premio in denaro. Molto meglio che finire dietro al mitico duo Coppi-Bartali senza neanche un titolo di giornale a ricordarlo, per non parlar del lato economico.

Tutto fila liscio per Malabrocca, tra soste strategiche e trucchi per perder tempo, finché non arriva un rivale: Carollo, un gracile muratore vicentino, una schiappa vera. Chi vincerà il duello per l’ultimo posto?

Chiudono il volume due interventi speciali per approfondire la figura di Luigi Malabrocca e il ciclismo del suo tempo. Il primo è un ricordo firmato dalla nipote Serena, dedicato al lato più umano del campione; il secondo è una panoramica dei momenti salienti del ciclismo italiano, dei suoi campioni e della sua storia, firmata dall’esperto Raffaele Chiarulli.

Nato a Genova nel 1971, Roberto Lauciello (LAU), autore dei testi e dei disegni di “Malabrocca – Un uomo solo… al fondo”, inizia a muovere i primi passi nel mondo del fumetto dopo il diploma, frequentando la Scuola del Fumetto di Chiavari e l’Accademia Disney di Milano. Nel 2002 comincia a dedicarsi ai libri per bambini, frequenta i corsi di illustrazione di Sarmede (TV) e pubblica il suo primo libro “Where Can I Stay?” con Pelangibooks (Malesia). Nel 2003 viene segnalato dalla giuria al IV Premio internazionale “Štěpán Zavřel”. Lavora nel campo dell’editoria scolastica per De Agostini, Il Capitello, Raffaello Editore, Pearson/Longman e collabora con Edicolors, Sfera, Coccole e Caccole. In Italia pubblica con Edizioni Paoline, Lavieri, Il Gioco di Leggere, CoccoleBooks, Notes Edizioni, Edizioni EL, Raffaello, Round Robin Editrice, Giunti, Il Messaggero Dei Ragazzi, Franco Cosimo Panini e ReNoir Comics.
Dal 2012 collabora come docente presso la Genoa Comics Academy e nel 2016 ha creato i personaggi de “La banda delle bende”, protagonisti di due collane (divulgativa e narrativa) per bambini, edite da Franco Cosimo Panini, in collaborazione con il Museo Egizio di Torino.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply