venerdì, 14 Agosto, 2020

Un partito rinnovato ha bisogno
di una guida diversa
e di una nuova larga maggioranza

2

Care compagne e cari compagni,
le difficoltà evidenti in cui versa il nostro partito (caduta dei consensi elettorali, perdita di iscritti, chiusura di sezioni, scarso entusiasmo, irregolarità nell’applicazione delle regole interne, fino al punto che lo stesso congresso è minato dalla illegittimità delle regole e della platea congressuale) possono essere affrontate con serietà e spirito costruttivo in occasione del prossimo congresso. Se abbiamo tutti insieme la volontà di reagire con coraggio, per riscoprire le nostre ambizioni, per ritrovare le ragioni della nostra missione e per rilanciare il partito verso importanti obiettivi.
Una grande svolta, rispetto all’attuale declino. Una nuova e grande “iniziativa socialista” riunendo in un’unica piattaforma politica e in una larga maggioranza tutti coloro che sono interessati a un cambiamento profondo nell’attuale gestione del PSI. Riunire gruppi diversi, storie personali e sensibilità diverse che, mettendo da parte ogni personalismo, si assumono la responsabilità di definire e promuovere un nuovo progetto di rigenerazione della cultura socialista e di rinnovamento del partito.
Questo è lo spirito con il quale molti di noi si sono mossi e si stanno muovendo, affinché sia organizzato un congresso vero, un congresso partecipato, di dibattito e straordinario, per rilanciare il partito a livello nazionale e locale.
Un congresso per eleggere un nuovo segretario che creda in tre cose: creda nel partito, creda nel socialismo come base di riferimento della nostra azione politica e creda in se stesso, non per se stesso, ma per essere a disposizione totale del partito e dell’idea socialista.
Per tutte queste ragioni i giochi non sono fatti. E di più, chi ha già firmato qualche mozione, può ricredersi e scegliere nei prossimi giorni di cambiare pagina.
Roberto Biscardini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply