martedì, 12 Novembre, 2019

Valentino Rossi, no grazie al ritiro: accordo con la Yamaha fino al 2020

0

Il Dottore ha sciolto le riserve alla vigilia dell’inizio del Mondiale: c’è la firma per altre due stagioni. “Essere competitivo a 40 anni sarà dura, ma è una nuova sfida e salire in moto mi fa sentire giovane”

rossiLOSAIL – Ma quale ritiro! Valentino Rossi correrà fino al 2020. È ufficiale infatti il rinnovo del contratto tra il Dottore e la Yamaha: accordo per altre due stagioni con il pilota italiano che sarà così in gara fino a quasi 42 anni.

“NUOVA SFIDA, MI SENTO GIOVANE” – L’annuncio arriva a poche ora dall’inizio della nuova stagione di MotoGp (domenica il primo Gran Premio in Qatar) e farà sicuramente felici tutti i tifosi del Dottore. “Essere competitivo fino a 40 anni è dura, ma sono pronto per la sfida – le parole di Valentino dopo la fumata bianca -. Sono giunto alla conclusione che voglio continuare perché correre, essere un pilota della MotoGp ma soprattutto guidare la mia M1, è la cosa che mi fa sentire bene e giovane. E’ un piacere avere l’opportunità di lavorare con il mio team, i miei meccanici e gli ingegneri giapponesi e sono felice. So che sarà dura e che richiederà molto impegno da parte mia e un sacco di allenamento, ma io sono pronto. La motivazione non mi manca, per questo ho firmato per altri due anni”.

GRANDE SINTONIA CON LA YAMAHA – La combinazione del “Dottore” e della YZR-M1 ha un forte ruolo di leadership nei titoli del Campionato del Mondo MotoGP. È il pilota del Gran Premio di maggior successo della Yamaha nella storia, con 56 vittorie, 43 secondi posti e 35 terzi posti garantiti in 206 gare insieme. Inoltre, tra le 500 vittorie del Grand Prix ottenute dalla scuderia giapponese, raggiunte a Le Mans nel 2017, esattamente l’11% portano la firma di Rossi, avendo totalizzato 55 vittorie su Yamaha fino a quel momento. Con sei podi forti lo scorso anno, compresa una brillante vittoria del GP nei Paesi Bassi, il Team MotoGP Movistar Yamaha è fiducioso nella collaborazione con Valentino e non vede l’ora di essere un serio concorrente per il titolo per il 2018 e le stagioni successive. Rossi c’è.

Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply