venerdì, 20 Settembre, 2019

Visco avverte, è la corruzione a minacciare la stabilità

0

La corruzione è un male che non riguarda solo il mondo politico, ma anche finanziario e quindi anche il mondo bancario minacciandone in tal modo la stabilità, è il sunto del discorso del numero uno di Bankitalia.
Il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, aprendo i lavori dell’incontro nazionale con l’Autorità Nazionale Anticorruzione, ha affermato: “La corruzione è un fenomeno ad ampio spettro, il cui impatto non riguarda solo la sfera dell’assetto istituzionale e della coesione sociale. Rappresenta anche una minaccia alla stabilità del sistema bancario e finanziario, che costituisce per la criminalità il canale potenzialmente più rilevante per riciclare denaro di provenienza illegale e reimmetterlo nel circuito legale. La collaborazione tra la Banca d’Italia e l’ANAC non si esaurisce con l’ospitalità riservata a questi incontri, ma ci vede coinvolti costantemente nella comune azione di contrasto ai fenomeni corruttivi e nell’impegno alla diffusione di una cultura ispirata ai principi dell’etica, dell’integrità e della trasparenza. Frutto di questa collaborazione è anche la partecipazione dell’ANAC al Protocollo d’intesa tra le Autorità indipendenti del settore pubblico (Banca d’Italia, IVASS, CONSOB e AGCM), che prevede l’istituzione di un Tavolo tecnico per l’adozione di strategie congiunte per l’acquisizione di lavori, servizi e forniture, in linea con gli obiettivi di aggregazione della domanda pubblica”.
L’avvertimento è arrivato al momento giusto. In questi giorni sono esplosi molti casi di corruzione scoperti dalle indagini giudiziarie svolte in tutt’Italia. La Lombardia sembrerebbe la regione più coinvolta.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply