domenica, 20 Settembre, 2020

Vitalizi. Maraio e Nencini: “Una legge sbagliata”

1

Via libera della Commissione contenziosa del Senato all’annullamento della delibera del Consiglio di presidenza che, il 16 ottobre 2018, ha deciso il taglio dei vitalizi. La commissione, si legge nel documento approvato, “accoglie parzialmente i ricorsi esaminati e per l’effetto annulla le disposizioni della deliberazione del Consiglio di presidenza del Senato della Repubblica numero 6 del 16 ottobre 2018 nella parte in cui prevedono una totale rimozione dei provvedimenti di liquidazione a suo tempo legittimamente adottati e impongono una nuova liquidazione che introduce criteri totalmente diversi”.
“Altro che Tafazzi. Il momento peggiore per annullare i tagli dei vitalizi. Nel metodo e nel merito, perché è giusto che il vitalizio sia in relazione a quanto hai versato”.
Così in una nota il segretario del Psi Enzo Maraio e il senatore socialista Riccardo Nencini, che avvertono: “Avessero adottato la proposta dei socialisti non assisteremmo oggi a questa pantomima, tutti a strapparsi le vesti quando era chiaro che la norma sarebbe stata fatta oggetto di ricorso. E però – si legge in conclusione nella nota – si punta più ad apparire che a fare. Un bel contributo di solidarietà fino al 40%, questo avevamo proposto. Stesso risultato ma con effetti certi”.
Nel voto di ieri sera in Commissione contenziosa, al Senato – che ha dato l’ok all’annullamento della delibera del Consiglio di presidenza che ad ottobre 2018 ha deciso il taglio dei vitalizi -, con il presidente Caliendo, (Fi-Udc), si sarebbero espressi per il ‘ripristino’ dei vitalizi due tecnici dell’organismo. A quanto apprende AdnKronos si tratta dei professori Gianni Ballarani e Giuseppe Dalla Torre, che nella composizione della Commissione figurano come “Componenti supplenti per i ricorsi”. Contrari invece i due leghisti presenti: Simone Pillon e la new entry, ex M5S, Alessandra Riccardi.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

1 commento

  1. Avatar
    Paolo Bolognesi on

    Mi sentirei di riproporre qui il commento che ho inviato, sempre oggi, in ordine all’Editoriale del Direttore, dal titolo “vitalizi, legge e ipocrisia” – e che tratta sostanzialmente il medesimo argomento – ma non voglio essere ripetitivo e “pedante”.

    Paolo B. 30.06.2020

Leave A Reply