venerdì, 4 Dicembre, 2020

Viterbo. Inaugurata
la nuova Federazione PSI

2

NenciniInaugurata la nuova sede del PSI a Viterbo alla presenza del segretario nazionale Riccardo Nencini, del segretario provinciale Massimo Paolini, del segretario regionale Luciano Romanzi e dell’on. Oreste Pastorelli. Quest’ultimo, in particolare, ha voluto evidenziare la necessità di rilanciare l’agricoltura nel Lazio, convinto che “insieme ce la possiamo fare. Il Psi è vivo e vegeto e attivo in Parlamento: è socialista, infatti, la legge sul nuovo codice degli appalti”. Romanzi, invece, ha evidenziato la necessità di stare vicino ai più deboli, di tendere una mano a chi sta indietro e di preoccuparsi dei più bisognosi. Soddisfazione è stata espressa dal segretario provinciale Paolini, mentre il segretario Nencini ha illustrato i cambiamenti avvenuti negli anni nel partito e anticipato quali saranno i punti programmatici in vista del IV Congresso nazionale del Psi.

Un evento speciale per i socialisti e una svolta per la provincia di Viterbo”. Così Paolini ha descritto l’inaugurazione della nuova sede di via Valle piatta 9. “Dopo 16 anni –ha continuato- i socialisti viterbesi hanno una nuova casa di cui c’era bisogno. Questa sede sarà un punto d’ascolto, di ritrovo e di riferimento per tutti i compagni, anche in vista delle prossime amministrative di giugno, in cui 22 Comuni andranno al voto”. “Lo scorso anno abbiamo già rinnovato il direttivo provinciale, coinvolgendo molti giovani e riportando molti compagni nel Partito. Ora questa è una battaglia vinta, un traguardo da cui occorre ripartire per investire –ha proseguito- in primo luogo sulla sanità, sul collegamento con Roma, sullo snellimento della viabilità, soprattutto sulla Civitavecchia-Orte e sulla ferrovia Roma-Viterbo. Si tratta di un gap più burocratico che economico. Si devono potenziare le Case della Salute per favorire l’occupazione e far crescere l’economia locale, evitando la migrazione in strutture di altre regioni. A tal proposito è fondamentale la figura del consigliere regionale Daniele Fichera”. Paolini si è detto “superottimista” in quanto sono quadruplicati gli iscritti al Partito.

A delineare l’evoluzione dei socialisti è stato il segretario nazionale Nencini. “La Provincia di Viterbo è una piattaforma socio-economica dove il tasso di finanziamenti è uno dei più alti. Tra i tanti interventi sulla viabilità che la coinvolgono, c’è il raddoppio dell’Aurelia, ma anche il rafforzamento dell’autorità portuale di Civitavecchia. Tra il 2016-2019, poi, è previsto un grosso investimento sul ferro regionale. Il Psi è cambiato nel tempo ed è una forza politica che ha bisogno di maggiore organicità. È cambiato il modo di fare politica, anche con l’uso dei social network e di FB, e vedo troppe liste civiche senza un vero partito. Per questo c’è bisogno di una coalizione laico-riformista. Sono ancora troppo pochi i partiti della sinistra riformista, infatti. Perciò è stata presentata una mozione per una ‘Sinistra libera e responsabile’ per il Congresso Nazionale. Soprattutto occorrerà trattare prioritariamente il tema del rapporto tra banche e consumatori e quello caldo dei migranti: un nervo scoperto da disciplinare e regolare perché sentito ovunque. Un multiculturalismo generalista che la sinistra ha tollerato sinora è sbagliato. Bisogna reagire se vengono calpestati i diritti umani, ma tutto nel rispetto della Costituzione. Pertanto si deve distinguere tra clandestini e profughi quando si parla di accoglienza. Questi ultimi vanno accettati a braccia aperte, perché è un problema etico, mentre non è così per i primi. Educare nella solidarietà è un obbligo, ma chi viene in Italia deve imparare a vivere nel rispetto dei diritti e doveri riconosciuti dalla Costituzione, ad accettarla e seguirla. Il Capo della Comunità musulmana di Firenze è stato il primo a giurare proprio sulla Costituzione ed è socialista: un esempio per tutti”, ha concluso.

Barbara Conti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply