sabato, 4 Aprile, 2020

L’Emilia Romagna
per il voto a 16 anni

0

Voto minori“Votare a 16 anni per le elezioni regionali e le amministrative”. È quanto propone il progetto di legge alle Camere approvato dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna e presentato dalla consigliera regionale del Psi, Rita Moriconi. La Regione chiede una riforma costituzionale e la modifica dell’Art.48 che prevede il diritto di voto al raggiungimento della maggiore età.

Il segretario Riccardo Nencini, aveva lanciato una campagna nazionale con la Fgs da Orta di Atella (CE), il comune con l’età media più bassa in Italia, e presentato, con i deputati e i senatori del Psi, il progetto di legge a Camera e Senato per modificare il dettato costituzionale ed estendere l’elettorato attivo anche ai ‘giovanissimi’.

L’obiettivo della proposta del Psi, ha detto Nencini, è quello di “allargare la platea della partecipazione alla vita democratica del Paese e chiedere a un giovane, che oggi ha maggiori possibilità di essere informato rispetto a trent’anni fa, di partecipare attivamente alle decisioni politiche”. Rita Moriconi, prima firmataria della proposta, ha spiegato che “riconoscere il diritto di voto ai sedicenni significa prendere consapevolezza dei grandi cambiamenti della nostra società negli ultimi decenni. Questa proposta – ha concluso Moriconi – rappresenta anche il tentativo di dare una risposta alla disaffezione dalla politica e di iniettare nel dibattito socio-politico nuove sensibilità”.

Redazione Avanti!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply