lunedì, 6 Dicembre, 2021

Recovery Plan. A che gioco gioca la Lega?

0

È iniziata ieri nei due rami del parlamento la discussione finale sul Recovery Plan. L’obiettivo delle 337 pagine è la crescita. Dobbiamo creare fiducia nelle imprese per aumentare investimenti e occupazione, determinare maggiore competitività nel nostro sistema produttivo con procedure più veloci e snelle. Per rendere operativo il piano e restare negli obiettivi fissati dalla Commissione Europea il Governo e il Parlamento dovranno procedere a tappe serrate: i primi provvedimenti e leggi delega dovranno essere approvati e in vigore già dal prossimo mese di Maggio.
Per questo appare del tutto inaccettabile che la Lega, forza di maggioranza e di Governo, mentre con la mano sinistra approva provvedimenti nel Consiglio dei Ministri, con la mano destra avvii raccolte firme contro i provvedimenti del Governo di cui loro stessi fanno parte. È una barzelletta che il Paese e il premier Draghi non si possono consentire perché il primo ad essere danneggiato da questo atteggiamento sarà proprio lui. Questo Governo nasce con l’obiettivo, condiviso da quasi tutte le forze politiche, di rendere operativo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Chi mette a rischio questo obiettivo si assume la responsabilità di perdere la più grande occasione di crescita e di sviluppo per l’Italia.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply