domenica, 26 Settembre, 2021

Torna il MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza

0

Dopo l’ottimo successo della scorsa edizione con il tutto esaurito in nelle piazze centrali della Città di Faenza e oltre 450 mila spettatori on line, il 1, 2 e 3 ottobre torna a Faenza (Ravenna) il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana giunta alla sua ventiseiesima edizione, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi.  ll MEI 2020 +1 si presenterà con concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi e palchi faentini, aggiungendo contenuti Extra MEI on line con dirette streaming e contenuti esclusivi in streaming sul sito e sulle pagine social ufficiali dell’evento.

 

Amerigo Verardi migliore artista indipendente dell’anno

 

Il PIMI, il premio al miglior artista indipendente dell’anno, quest’anno è stato assegnato da una giuria coordinata dal giornalista Federico Guglielmi ad Amerigo Verardi.  Attivo nel mondo musicale indipendente da oltre trentacinque anni, Verardi è una figura atipica sulla scena italiana, con un curriculum vasto e poliedrico: tra le altre cose, la leadership di Allison Run e Lula, il progetto Lotus, gli impegni come produttore di studio (per i quali nel 2000 è stato anche premiato dal MEI) e una brillantissima carriera da solista sempre sospesa tra canzoni psichedeliche e deviazioni sperimentali, coronata nel 2016 dal monumentale “Hippie Dixit”. Nel novembre 2020 l’antologia “Walking On The Bridge” ha raccolto in tre CD l’intera produzione degli Allison Run e una notevole quantità di materiale inedito della band, mentre nel febbraio 2021 “Un sogno di Maila” – il quinto album a suo nome – ha ancora una volta conquistato la critica per fantasia, ispirazione, spessore e coraggio nel seguire schemi fuori dal coro. Il “PIMI 2021” è il giusto riconoscimento non solo a quanto da lui realizzato nell’ultimo anno, ma anche alla sua lunga e luminosa storia rock. Il Premio gli verrà consegnato sabato 2 ottobre dalla mani del giornalista, scrittore e critico musicale Federico Guglielmi.

 

Il premio per i giovani cantautori va a Cmqmartina

 

Cmqmartina (nella foto), una delle espressioni più interessanti delle nuove generazioni musicali indipendenti, vince il Premio Giovani MEI 2021 e sarà premiata sabato 2 ottobre dal giornalista Riccardo De Stefano. Martina Sironi in arte cmqmartina, è nata nel 1999.  Due anni fa pubblica il singolo “Lasciami andare!”, diventato anche jingle di Radio Deejay, che ha raggiunto più di 2 milioni di stream, e alla fine dello stesso anno si esibisce in tour con i rovere. Nel 2020 viene pubblicato il suo album “Disco”, assai apprezzato da pubblico e critica. Prende poi parte a X Factor, registrando gli inediti “Sparami” e “Serpente”, con la produzione di Strage. Pubblica poi “Se mi pieghi non mi spezzi” con la collaborazione di Riccardo Zanotti, leader dei Pinguini Tattici Nucleari e “Pensieri sbagliati”. Collabora alla canzone “L’amore è una droga”, inclusa nell’album di Lodo, frontman de Lo Stato Sociale. A giugno di quest’anno è uscito il suo secondo album “Disco 2” tra elettronica e songwriting.

 

Un omaggio Made in Romagna a Rino Gaetano

 

Intanto sono stati annunciati i primi altri nomi che saranno al MEI 2021 dal 1 al 3 ottobre: La Rappresentante di Lista che riceverà Premio Speciale Nilla Pizzi, storica artista emiliano-romagnola che fece grande il Festival di Sanremo, come miglior artista indipendente a Sanremo 2021 con OAPlus e il cantautore riminese Lorenzo Kruger, che presenterà invece il suo nuovo album con Woodworm Label e sara’ premiato come Miglior Artista Romagnolo 2021.  Il venerdì 1° ottobre il MEI si aprirà con un omaggio a Rino Gaetano con la Rino Gaetano Band, guidata dal nipote Alessandro Gaetano e tanti ospiti, mentre al momento in cui stiamo scrivendo si stanno definendo gli altri ospiti e premiati per le giornate dal 1° fino al 3 ottobre.

Il premio nazionale di giornalismo musicale ideato da Luca D’Ambrosio

Come da tradizione torna la “Targa Mei Musicletter”, il premio nazionale per il giornalismo musicale sul web, che anche quest’anno verrà consegnato a Faenza.  Il riconoscimento – ideato e organizzato da Luca D’Ambrosio (Musicletter.it) con la collaborazione del patron del MEI Giordano Sangiorgi – come sempre sarà assegnato al “Miglior sito collettivo”, al “Miglior blog personale” e ad altri settori di informazione musicale e culturale dell’anno. I vincitori delle categorie, insieme ai riconoscimenti speciali decisi dall’organizzazione, saranno resi noti il 2 settembre prossimo. La premiazione si terrà sabato 2 ottobre, presso il Palazzo Comunale di Faenza, nel corso del Forum del giornalismo musicale, che tornerà anche quest’anno il 2 e 3 ottobre, diretto da Enrico Deregibus.

 

Il contest per gruppi e solisti under 40

 

Tra i contest per partecipare al MEI 2021 sono stati ben 130, equamente divisi tra artisti e band, i giovani – età massima 40 anni – che si sono candidati, entro la data ultima (9 giugno), al Meeting Music Contest “Il coraggio di dire Io” promosso da Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini e Mei-Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza. Ora la Direzione Artistica del Meeting di Rimini e del MEI di Faenza selezionerà i semifinalisti che si esibiranno sui palchi della Fiera di Rimini tra il 20 e il 23 agosto. I selezionati si contenderanno la vittoria nella serata finale del 25 agosto, che sarà presentata da Lorenzo Baglioni e che vedrà all’opera una Giuria d’Onore composta da Baglioni stesso, dal bizzarro e genialoide N.A.I.P. (acronimo di Nessun Artista In Particolare), Erica Mou, Federico Mecozzi, Max Monti e da altri esponenti del mondo discografico e musicale, insieme a Sangiorgi e a Otello Cenci, coordinatori, che valuteranno le performance e designato il vincitore della manifestazione che suonerà al MEI 2021 sabato 2 ottobre.

RiarrangiaRiz, un omaggio al grande musicista pesarese Riz Ortolani

Dopo il successo di Arrangiami!, il contest in occasione dei 100 anni di Casa Bixio, nasce RiarrangiaRiz, un concorso pensato per riscoprire la musica e la straordinaria creatività del grande Riz Ortolani: anche questa volta con la direzione artistica di Renato Marengo in collaborazione con il MEI, questo nuovo appuntamento con la la musica e con le colonne sonore è realizzato con la Fondazione Ortolani e con la stessa famiglia del grande musicista pesarese. Il contest è aperto a musicisti e arrangiatori dai 18 ai 35 anni e consiste proprio nell’arrangiare – con il giusto equilibrio tra originale e rispetto della versione di Riz Ortolani – un brano all’interno di una rosa di 35 brani del grande Maestro. Le iscrizioni sono state aperte lo scorso 5 aprile ad accesso totalmente gratuito. Ai finalisti verrà offerta – come per la precedente edizione del concorso – l’opportunità di incontrare alcuni importanti addetti ai lavori del settore. Il vincitore porterà a casa anche un contributo in denaro. Un brano fra i finalisti verrà inoltre inserito all’interno della colonna sonora del film di Marco Dentici Riz Ortolani –  Armonie e Dissonanze.

 

Alla ricerca del nuovo Mozart indipendente degli anni 20.20

 

Aperto infine anche il concorso “Io Mozart… e tu?”, il contest alla ricerca del nuovo Mozart indipendente, nato per dare spazio alle nuove composizioni classiche contemporanee, in qualsiasi formazione musicale. La commissione Associazione Mozart Italia, Wall Records e MEI selezioneranno le proposte e le migliori Organizzatori saranno eseguite presso il MEI di Faenza nelle giornate finali tra l’1 e il 3 ottobre 2021. Al vincitore e agli eventuali migliori segnalati verranno assegnate eventuali date per esibirsi durante il M.I.F. (Mozart Italia festival) 2021\2022.

Già partite le prenotazioni degli spazi per artisti, etichette e addetti ai lavori a vario titolo

Infine, dall’1 luglio hanno preso il via le prenotazioni per l’area del Palazzo delle Esposizioni al MEI di Faenza 2021 dal 1 al 3 ottobre per le giornate del 2 e 3 ottobre per etichette, festival, artisti, agenzie, booking, app, startup, piattaforme, collezionisti di dischi, vinili, cd e musicassette, libri, fumetti, figurine, strumenti musicali, impianti audio, media web tv e radio e quanto del settore si possa esporre nell’area della Fiera del Disco a cura di Music Day , delle web radio a cura di WRA e RadUni e delle figurine a cura di Figurine Forever e di tanti altri partner. Nello spazio espositivo si terranno incontri, convegni, firmacopie, live show, dirette e tanto altro. Per le adesioni scrivere a: mei@materialimusicali.it

 

Il MEI ha lanciato artisti come gli Afterhours, i Bluvertigo e Caparezza

 

Fin dalla prima storica edizione, il MEI è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sarebbero diventati pilastri della musica nel nostro Paese come Diodato, Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Brunori Sas, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax e tantissimi altri e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come Ermal Meta, Fulminacci, Lo Stato Sociale, Ghali, I Cani, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo e tanti altri).

 

A Faenza anche i debutti di Daniele Silvestri e dei Maneskin

 

Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio il bravissimo cantautore romano Daniele Silvestri, che nel 1997 allestì un suo stand espositivo, e più recentemente i Maneskin, trionfatori a Sanremo e all’Eurovision Song Contest, che a Faenza hanno realizzato una delle loro primissime e uniche esibizioni in un festival indipendente fuori da Roma.

Numeri da record con un milione di presenze tra il pubblico

Durante i suoi 26 anni di attività il MEI, con le sue edizioni ufficiali insieme alle tante edizioni speciali (a Bari, Roma e in altre città), ha registrato un totale di 1 milione di presenze, la partecipazione di 10mila artisti e band dal vivo, 5mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato della manifestazione contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana. Anche quest’anno il MEI trasformerà Faenza per tre giorni in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente. Verranno premiate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane, e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la penisola e selezionati sempre da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival, dal circuito di AIA – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air, mentre main sponsor saranno Comune di Faenza, Regione Emilia-Romagna, La Bcc Ravennate Forlivese e Imolese, e l’AFI, l’Associazione Fonografici Italiani.

 

Andrea Malavolti
Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply