venerdì, 16 Aprile, 2021

Alitalia nel cantiere del nuovo governo

0

Stanno proseguendo gli incontri del governo per venire a capo della vicenda Alitalia. Dopo il vertice di sabato scorso, ieri sì è svolto un vertice a palazzo Chigi con il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e i ministri competenti Daniele Franco (Economia), Enrico Giovannini (Infrastrutture), Giancarlo Giorgetti (Sviluppo economico), e Andrea Orlando (Lavoro).
La strategia del nuovo governo è quella di proseguire con il progetto Ita (la newco Alitalia, ndr) nell’ottica tuttavia della discontinuità per venire incontro alle richieste Ue.
Venerdì 5 marzo infatti il governo italiano dovrebbe confrontarsi con la commissaria europea Margrethe Vestager anche se da Bruxelles non hanno ancora confermato l’incontro.
Vestager nelle settimane precedenti aveva chiesto una vera e propria gara per il passaggio degli asset alla newco e la separazione di handling e manutenzione. Ipotesi ‘spezzatino’ che però ai sindacati non piace.
Intanto Alitalia ha pagato gli stipendi di febbraio per la parte di sua competenza ai dipendenti.
I propositi del governo sono stati confermati anche dai sindacati che hanno incontrato Giovannini.
Il segretario generale di Uil Trasporti, Claudio Tarlazzi, ha spiegato: “Il ministro delle Infrastrutture ha confermato la volontà di avviare con urgenza Ita per affrontare la stagione estiva. Il ministro su Alitalia non si è sbilanciato ma ha detto che vogliono accelerare e che noi saremo coinvolti”.
Dunque, sarebbe stata accolta la richiesta dei sindacati di essere coinvolti sul futuro della compagnia di bandiera in un dialogo che riunisca tutte le parti in causa. Apprezzamento per l’impegno del governo sul dossier lo hanno espresso anche i piloti e gli assistenti di volo.
Infatti, la Fnta, partecipata da Anpac, Anpav e Anp ha manifestato: “Apprezzamento per l’attività di coordinamento in corso su Alitalia da parte della presidenza del Consiglio e dei Ministeri competenti. E’ essenziale fare presto ed agire in modo pragmatico e prioritario sul trasferimento della parte Aviation, garantendo il mantenimento del brand e degli slot e, nell’immediato, contratti di servizio per Handling e Manutenzione. La Fnta rimane in attesa di una convocazione da parte dei ministeri competenti per la definizione degli aspetti relativi al lavoro”.
La compagnia di bandiera italiana, nonostante le difficoltà finanziarie in cui versa, rappresenta un’eccellenza mondiale per l’aviazione civile.

 

Salvatore Rondello

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply