domenica, 28 Novembre, 2021

Maker Faire Rome, alla scoperta dei futuri talenti della musica

0

Maker Faire Rome – The European Edition 2021, la più grande fiera di innovazioni e creatività in Europa – promossa e organizzata della Camera di Commercio di Roma attraverso la sua Azienda Speciale InnovaCamera – torna dall’8 al 10 ottobre dal vivo presso l’area del Gazometro Ostiense, con ingresso contingentato e obbligo di Green Pass, e online, portando la musica all’attenzione di curiosi, appassionati e addetti ai lavori, con Maker Music, curata da Andrea Lai: la sezione dedicata alla scoperta del making della musica dal punto di vista dell’innovazione, della creatività e della tecnologia.

Podcast, talk, showcase e performance in un’edizione che vedrà protagonisti TLON, Max Casacci, Frenetik, La rappresentante di lista, NAIP, Clementino, ENSI, Radio Raheem Milano, Donato Piccolo, Garage Gang e molti altri, su un avveniristico palco che unisce nuove tecnologie applicate all’arte visiva, mapping e musica, e un tema che apre le menti, proiettandole verso gli orizzonti del futuro: l’errare, inteso sia come sbaglio o incidente di percorso, che genera nuove vie artistiche, sia come deviazione da quei percorsi prestabiliti dalla tradizione per imboccare la via della scoperta.

Dopo l’esperienza online dell’anno scorso, Maker Music sarà anche live, con alcune performance d’eccezione sull’inedito Cube Stage, un cubo di quattro metri completamente fatto di schermi trasparenti con video proiezioni interattive; un set cross arte, un ambiente mappato all’interno del quale l’arte visiva e sonora procedono per errori nel tentativo di comunicare.

“Quest’anno Maker Music racconterà l’azione dell’errare come scintilla creativa” spiega il curatore Andrea Lai, “guizzo d’innovazione spesso attore del cambiamento del corso della musica. Lo racconterà a un pubblico giovane attraverso la musica, mostrando il valore educativo dello sbaglio. La creatività musicale passa per l’errore, l’uso improprio di strumenti e tecnologie che porta alla nascita di nuovi generi musicali. Un esempio su tutti, lo scratch diventato il tratto distintivo della musica rap, nato per caso quando un giovane dj, sgridato dalla mamma che gli intimava di spegnere la musica a tutto volume, mise per errore la mano sul disco che stava girando sul giradischi, fermandolo e contemporaneamente scoprendo quella tecnica diventata disciplina fondante dell’hip hop”.

Con un programma che partirà dal 4 ottobre per concentrarsi tra l’8 e il 10 ottobre, saranno moltissime le occasioni di approfondimento e confronto fra podcast online e talk fruibili in streaming: Radio Raheem Milano proporrà due show dedicati alle tematiche dell’errore; e nei panel on line moderati da Tlon e da Andrea Lai, saranno gli artisti della scena italiana a riflettere sul tema di Maker Music 2021.

L’artista Donato Piccolo e i geniali e irriverenti trapper Garage Gang daranno vita ad una performance in un progetto originale e site specific pensato per Maker Faire 2021 nel quale un’intuizione di Donato Piccolo sarà la base su cui Garage Gang rapperanno.

Il Cube Stage ospiterà anche le entusiasmanti performance (create appositamente per l’evento con la collaborazione del gruppo di video artisti Studio Clichè) da Max Casacci, NAIP e La Rappresentante di Lista.

Per i rapper in erba tornerà Rap Roulette: un aspirante rapper davanti al suo telefonino e un solo minuto per sfoderare il miglior freestyle e convincere i giudici Clementino e ENSI ad assegnargli il titolo di vincitore.

Spazio anche agli aspiranti professionisti del settore con uno speciale contest per i giovani produttori, curato da Frenetik – produttore di Achille Lauro, membro della band live di Salmo e produttore del team di Emma Marrone a X-Factor – per la creazione del sound logo per il Dipartimento per le Politiche Giovanili.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply