domenica, 26 Settembre, 2021

Ambiente, l’Europa ha tracciato la strada

0

Il vertice dei ministri dell’Ambiente del G20 ha l’obiettivo di coinvolgere e unire le principali economie del mondo nelle discussioni sulla tutela dell’ecosistema comune e sulla finanza globale. Come UIL, riteniamo che l’Europa – con l’approvazione del Green Deal e con le risorse stanziate nel Programma NextGenerationEU – abbia tracciato in modo chiaro la strada da percorrere, da qui ai prossimi decenni, per favorire la doppia transizione ecologica e digitale.
Per questi motivi, la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra è quantomai necessaria. Si tratta di una priorità assoluta per la UIL, che da anni è impegnata a garantire una transizione equa, rivendicando misure di mitigazione che tutelino lavoratrici e lavoratori.
Mai come in questa fase storica, vi è bisogno che tutti gli stakeholders – a partire dalle Parti Sociali – lavorino seriamente ed in modo comune con i responsabili politici per anticipare i cambiamenti futuri, tutelando l’occupazione nei settori più a rischio.
Le dichiarazioni del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, hanno sottolineato come per la prima volta in un G20 sia stata riconosciuta l’interconnessione tra clima, ambiente, energia e povertà. Tali dichiarazioni sono sicuramente incoraggianti  ma è necessario che dalle parole si passi finalmente ad azioni concrete.
Giornate così importanti, come quelle che si stanno svolgendo a Napoli, non possono però non prevedere la partecipazione delle Organizzazioni Sindacali, come purtroppo sta accadendo. In tal modo, si sta negando un confronto su lavoro, transizione energetica e decarbonizzazione, temi prioritari sui quali la UIL intende continuare a dare il proprio contributo consapevole e responsabile.

 

Tiziana Bocchi

Segretaria Confederale  UIL

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply