domenica, 9 Maggio, 2021

Anche un noto brand di moda celebra Lucio Dalla

0

La storia di Lucio Dalla e di C.P. Company è la storia di una lunga e profonda amicizia. Lucio e il designer Massimo Osti facevano parte del mitico ambiente culturale della Bologna degli anni Settanta. A quei tempi, il capoluogo emiliano era il perno della vita culturale italiana, in grande fermento, con una pletora di artisti, designer, filosofi, cantanti e poeti che discutevano dei cambiamenti a cui il mondo contemporaneo stava andando incontro. Un’amicizia, quella tra Lucio e Massimo, che si basava sul rispetto reciproco e sulla consapevolezza del genio creativo l’uno dell’altro. Una consapevolezza, un riconoscimento e una presa di coscienza che spesso li ha portati a collaborare a diversi, stimolanti progetti: Massimo disegnava le copertine degli album di Lucio e Lucio indossava sul palco gli abiti su misura di C.P. Company.

 

Una nuova collezione per Lucio

Per celebrare il suo 50o anniversario, C.P. Company dedica il primo capitolo della “Anniversary Series” al rapporto unico tra Massimo Osti e Lucio Dalla con una collezione costituita da cinque t-shirt a manica corta e una a manica lunga, con grafiche originali d’archivio, immagini e nuovi artwork che rendono omaggio al genio musicale dell’indimenticato cantautore felsineo.
La residenza d’artista
Oltre alla capsule collection – e sempre per rendere omaggio al grande musicista – C.P. Company e la Fondazione Lucio Dalla hanno realizzato una residenza d’artista con studenti provenienti da NABA (Milano) e DAMS (Bologna). La residenza d’artista ha avuto luogo alla Fondazione Lucio Dalla a Bologna, un luogo davvero magico e unico che racconta la carriera e le passioni del cantante, clarinettista e tastierista, autore di capolavori quali “Come è profondo il mare” e “Futura”, tanto per citare due capisaldi della sua vastissima produzione.

Un documentario su Lucio e Massimo

Nel corso della residenza d’artista è stato realizzato un documentario che illustra nel migliore dei modi il legame tra Massimo Osti e Lucio Dalla: non solo un’amicizia, per quanto importante, ma anche una visione artistica condivisa. Entrambe le personalità sono state particolarmente innovatrici, guidate da grande curiosità e con lo sguardo dritto e aperto sul futuro, tanto per citare Pierangelo Bertoli,un altro grande cantautore emiliano. La narrazione della loro liaison è stata affidata al racconto di amici e persone che hanno vissuto quegli anni di grande fermento culturale a Bologna e di spezzoni tratti dagli archivi di Massimo Osti e della Fondazione Lucio Dalla.

L’esclusiva capsule collection à disponibile su 50.cpcompany.com e in tutti i monomarca di C.P. Company a Milano, Amsterdam, Londra, Seoul e Tokyo, a partire dallo scorso 4 marzo 2021, data di nascita di Dalla che divenne anche il titolo di uno dei suoi primi successi, nel 1971, e di cui abbiamo parlato diffusamente in un altro articolo. Il documentario è stato lanciato lo stesso giorno, in una completa e affettuosa celebrazione del compleanno di Lucio, ed è disponibile sul sito C.P. Company Cinquanta, oltre che sui canali social ufficiali.

 

Andrea Malavolti
Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply