giovedì, 23 Settembre, 2021

Austria. Migranti morti asfissiati in un tir

1

Tir-AustriaDecine di migranti sono morti asfissiati all’interno di un camion, in Austria, mentre tentavano di attraversare il paese. Il bilancio delle vittime è ancora tutto da verificare, anche se la polizia ha annunciato che i morti potrebbero essere 50.

Il tir è stato avvistato fermo da diverse ore in un’area di sosta dell’autostrada austriaca A4, alla frontiera con l’Ungheria tra Parnford e il lago Neusiedl, nel Burgenland. La polizia non è riuscita per ora a risalire all’autista del veicolo, di cui si sono perse le tracce. Il fatto ha provocato diverse reazioni da parte dei leader europei.

Il ministro dell’Interno austriaco Johanna Mikl-Leitner ha etichettato i trafficanti di esseri umani come “criminali” e si è detta commossa per la tragedia avvenuta. La cancelliera tedesca Angela Merkel, impegnata proprio a Vienna insieme ai leader di 8 paesi balcanici per discutere di un possibile piano per gestire l’arrivo di migranti, ha dichiarato: “Siamo tutti sconvolti dalla notizia agghiacciante dei profughi morti nel Tir. Questo è un ammonimento all’Europa a offrire solidarietà e a trovare soluzioni”. Il ministro dell’Interno tedesco, Thomas De Maiziere, chiede di “velocizzare i cosiddetti hotspot” alle frontiere.

All’inizio del vertice nella capitale austriaca il ministro degli Esteri serbo Iviva Dacic ha dichiarato che “E’ un problema dell’Ue e chiedono a noi un piano di azione. Ma è l’Ue stessa che dovrebbe avere un piano” e il ministro macedone Nikola Poposki ha aggiunto che “Fino a che non avremo una risposta europea non dovremo farci l’illusione che si risolva’”.

Serbia a Macedonia, due paesi che sono “in via di adesione” all’UE, sono intervenuti per trovare una soluzione all’arrivo di migranti, visto che proprio sui loro territori sono in migliaia a cercare di raggiungere l’Unione Europea.

L’obiettivo della Commissione europea è quello di elaborare entro fine anno “un meccanismo permanente, vincolante e con quote” per la ripartizione di richiedenti asilo in caso di emergenze.

Stefano Lanzano

Condividi.

Riguardo l'Autore

Giulia Quaranta è una consulente di immagine e color consultant certificata, esperta di armocromia, scrittrice, speech writer e critico musicale. Da sempre affascinata dal legame tra politica e comunicazione, lo racconta per le pagine di Avanti! dal 2015. Ha inoltre svolto attività di stesura e revisione di discorsi per conto di politici della XVII legislatura. Per 8 anni ha lavorato come critico musicale per svariate webzine ed è redattrice di Onda Rock, per cui cura recensioni, live report, monografie e speciali, e la pagina instagram ufficiale. Laureata in Lettere e Beni Culturali, ama la musica dal vivo, il mare, Caravaggio, le atmosfere cyberpunk, il giornalismo d’inchiesta, la politica, la sua Roma e le sit-com.

Leave A Reply