lunedì, 2 Agosto, 2021

BE POP! Oggi l’incontro “A vent’anni dalle ferite di Genova”

0

Prosegue Be pop! Senza perdere l’amore, la terza edizione della rassegna di incontri organizzata dall’associazione Be pop! All’ora dell’aperitivo al Caffè Nemorense, all’interno del Parco Virgiliano a Roma.

Un viaggio nel lessico della nostra società e delle nostre vite, per superare pregiudizi e luoghi comuni attraverso linguaggi differenti e con numerosi ospiti che porteranno le proprie esperienze e idee. Tra i temi affrontati, come sempre con un tocco leggerezza, nella seconda settimana della rassegna in programma lunedì 21, martedì 22, mercoledì 23, e giovedì 24 giugno alle 19.30, ci saranno i fatti del G8 di Genova del 2001, le migrazioni e il soccorso in mare, le tasse e il bene comune.

Si (ri)parte lunedì 21 giugno con la presentazione del nuovo podcast di Internazionale “Limoni, il G8 di Genova vent’anni dopo”, a vent’anni da quella che Amnesty International ha definito “una violazione dei diritti umani di dimensioni mai viste nella recente storia europea”. La giornalista di Internazionale Annalisa Camilli è tornata indietro nel tempo per ripercorrere quello che è successo nel 2001 a Genova durante il vertice degli otto grandi della terra e capire quali sono state le conseguenze di quei fatti drammatici per le persone che le hanno vissute in prima persona.

Annalisa Camilli ne parlerà insieme a Riccardo Noury, portavoce di Amnesty international, e a due dei registi che hanno saputo raccontare meglio con le loro immagini quei terribili giorni: Daniele Vicari ( Diaz – Don’t Clean Up This Blood ) e Carlo Bachschmidt ( Black Block).

Il 22 giugno, come nelle scorse edizioni, ci sarà un appuntamento speciale in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato organizzato insieme all’Agenzia Onu per i rifugiati (UNCHR), a cui parteciperanno la portavoce dell’Agenzia Carlotta Sami, Luigi Manconi (sociologo e membro del Comitato per il diritto al soccorso) e Annalisa Camilli. A seguire l’attore Alessandro Tiberi (Boris, Immaturi) leggerà alcuni passi del libro “La Frontiera” di Alessandro Leogrande, scrittore molto caro a Be pop! scomparso prematuramente.

Be pop! è la cornice per incontri inaspettati, come quello in programma il 23 giugno fra l’arcivescovo Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, e il sociologo Luigi Manconi che si confronteranno insieme su Il senso della vita, titolo del libro scritto a quattro mani, appena pubblicato con Einaudi. Un confronto tra due concezioni del mondo distanti e, per certi versi, inconciliabili: una ispirata da un profondo senso religioso, l’altra immersa nella società e nella concretezza delle sue contraddizioni e delle sue sofferenze. Ma entrambe tese a cercare, di fronte ai dilemmi che attraversano la vita quotidiana, il significato delle nostre scelte. Modera Pietro Del Soldà (Rai Radio 3);

La rassegna è anche l’occasione per guardare all’attualità sotto una lente diversa: lo faranno il 24 giugno Ernesto Ruffini, direttore dell’Agenzie delle entrate, e Giorgio Zanchini, conduttore di Radio anch’io (Radio Rai 1), parlando di fisco e del senso più profondo del rapporto fra i cittadini e le tasse.

Tutti gli incontri saranno tradotti nella lingua dei segni italiana (LIS).

A ospitare Be Pop! Senza perdere l’amore è come sempre l’accogliente Caffè Nemorense, realtà nata dal virtuoso incontro fra la cooperativa Barikamà e la società di ristorazione Grandma, le quali hanno anche rimesso a nuovo il Parco Virgiliano, angolo verde del quartiere Trieste che accoglie il caffè e il festival. A organizzare la rassegna il team quasi tutto al femminile dell’associazione Be pop!, con una grande esperienza nel campo dei diritti umani.

Programma

Lunedì 21 giugno

A vent’anni dalle ferite di Genova (in collaborazione con Internazionale)

ore 19.30: presentazione del podcast di Internazionale su Genova 2001 con Annalisa Camilli (giornalista di Internazionale), Daniele Vicari (regista), Carlo Bachschmidt (regista) e Riccardo Noury (portavoce Amnesty International Italia).

Martedì 22 giugno

In difesa dell’umanità (in collaborazione con UNHCR per la Giornata mondiale del rifugiato).

ore 19.30: Carlotta Sami (portavoce Unhcr Italia) e Luigi Manconi (sociologo e membro del Comitato per il diritto al soccorso) dialogano con Annalisa Camilli (giornalista di Internazionale).

Alessandro Tiberi legge brani da La frontiera di A. Leogrande.


Mercoledì 23 giugno

Il senso della vita

ore 19.30: Luigi Manconi (sociologo) e mons. Vincenzo Paglia (presidente della Pontificia accademia per la vita) presentano il libro Il senso della vita (Einaudi, 2021). Modera Pietro del Soldà (Rai Radio 3).


Giovedì 24 giugno

E io pago!

ore 19.30: Ernesto Ruffini (direttore dell’Agenzia delle Entrate) dialoga con Giorgio Zanchini (Rai Radio 1).


Mercoledì 30 giugno

Racconti dalla periferia (in collaborazione con Fondazione Charlemagne attraverso il programma periferiacapitale)

ore 19.30: Incontro con Floriana Bulfon (giornalista, autrice di Casamonica, la storia segreta), Salvatore Monni (economista dello sviluppo, università Roma Tre, autore di Le sette Rome) e Domenico Chirico (Fondazione Charlemagne, programma Periferiacapitale).

ore 21.00 Che ci faccio qui. Racconti dalle periferie. Incontro con Domenico Iannacone (Rai 3).


Giovedì 1 luglio

Il ciclo non è un lusso (ma è ancora un tabù) (in collaborazione con Coop)

ore 19.30: Incursione teatrale di Giulia Maulucci (attrice), che leggerà estratti dal testo Perfetta di Mattia Torre.

ore 20.00: Incontro con Silvia De Dea e Carolina Faccini (collettivo Onde rosa), Beatrice Ramazzotti (responsabile ufficio stampa e comunicazione interna, Coop) e Florinda Fiamma (Rai Radio 3).

Gran finale di Be pop! Senza perdere l’amore

ore 21.30: Incursione musicale di Giancane e Alessandro Pieravanti.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply