domenica, 28 Novembre, 2021

Beppe Modenese, l’ultimo gentiluomo della moda

0

La Triennale di Milano presenta in anteprima oggi 5 ottobre, alle ore 21.30, il documentario ‘Beppe Modenese. Storia di un gentiluomo’, con un’intervista a cura di Luca Stoppini e la regia di Giovanni Gastel e Uberto Frigerio. Introdurranno la proiezione Stefano Boeri, presidente della Triennale di Milano, Rita Airaghi, direttore della Fondazione Gianfranco Ferrè, Luca Stoppini, art director, e Marco Sammicheli, direttore del Museo del Design Italiano della Triennale.

 

L’uomo che portava calzette rosse

 

Il documentario rappresenta un sentito e affettuoso omaggio a Beppe Modenese, nato nel 1929 e scomparso lo scorso novembre, uno dei personaggi che ha fatto davvero la storia della moda in Italia e nel mondo, ricordato con affetto come l’“uomo che ha sempre portato calzette rosse”. Il suo ruolo seminale nella storia del made in Italy gli viene riconosciuto nel 1983 dalla rivista americana Women’s Wear Daily, che gli dedica un’intera pagina dal titolo ‘Beppe Modenese: Italy’s Prime Minister of Fashion’. Una consacrazione che, insieme alla successiva nomina a presidente onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana nel 1998, sottolinea la sua lunga attività nel mondo della comunicazione e della moda.

 

Ironia, senso dell’umorismo, “simpatica” cattiveria

Dall’amicizia tra Modenese, Giovanni Gastel e Luca Stoppini, spiegano gli i promotori dell’iniziativa, nasce l’idea di raccontare in questo documentario, tutti e tre insieme, la vita di Modenese, “la sua ironia, il suo senso dell’umorismo, la sua cattiveria ‘simpatica’ e, soprattutto, la sua eleganza, che lo rende l’ultimo gentiluomo”.

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply