martedì, 15 Giugno, 2021

Capitale indecisa, Centrosinistra confuso

0

E’ di queste ore la notizia che Nicola Zingaretti ha rinunciato alla candidatura per Roma. Le ragioni sono presto dette: il M5S ha dichiarato che se Zingaretti si fosse candidato Sindaco di Roma, sarebbe saltato l’accordo per la Regione Lazio.

Il prode Giuseppi ha prontamente fatto il proprio endorsement per Virginia Raggi.

Il Centrodestra se la ride.

Sorride anche il centrosinistra Torinese, che ha sempre mal sopportato un eventuale alleanza con i 5S.

A Napoli si farà un estremo tentativo per trovare un candidato Sindaco unitario.

Tuttavia, a parte i “nomi”, davvero non ci si rende conto che l’alleanza strutturale PD-5S è strategicamente e politicamente esangue e senza futuro?

Nessuno si accorge che mancano all’appello circa un 10-15% dei consensi nel campo del centrosinistra?

Evidentemente no.

A meno che il PD non sia sotto l’incantesimo dell’Agorà di Bettini, una spiegazione possibile al comportamento confuso e balbettante della “Ditta”, potrebbe maliziosamente essere questa; nel 2022 i voti dei Parlamentari Grillini saranno determinanti per l’elezione del Presidente della Repubblica e nel mondo fatato di Bettini, Giuseppi e, a questo punto mettiamoci pure Letta, ci sono tanti nomi per il Quirinale…

La realtà, come spesso accade negli ultimi anni, è, ahinoi, altrove; ma un giorno l’incantesimo finirà.

 

Luca Pellegri

Condividi.

Riguardo l'Autore

Direzione Nazionale PSI

Leave A Reply