Moda, Costume e Satira

Moda, Costume e Satira
Di

In vetrina, metrosexual, e politicamente impegnato.

Il «Metrosexual» – quel maschio eterosessuale sempre in stretto contatto, e mai in conflitto, con il proprio lato femminile – è un edonista che ama curarsi, un appassionato di shopping sfrenato, un frequentatore assiduo di palestre e centri estetici, e attraverso l’applicazione del suo vibrante narcisismo trasforma il corpo in un fondamentale strumento di comunicazione. Definiscono gusto e identità sociale, i metrosexual: una categoria ampiamente confermata dalle statistiche, utili quanto…

Moda, Costume e Satira
Di

Parigi Fashion Week/4

La marchesa Luisa Casati, che perpetuò eccentriche stravaganze di stile, con gli occhi bistrati e la chioma fiammeggiante, nella visione malinconica proposta Marc Jacobs per Louis Vuitton, sarebbe stata protagonista indiscussa. Come un esercizio di memoria che rimanda alle atmosfere lontane di fine secolo, il treno blu con logo dorato, tra sbuffi di vapore e cigolii metallici, fa sosta nella stazione ricostruita per l’occasione al Cour Carrée del Louvre. In pose studiate e vezzose…

Moda, Costume e Satira
Di

Parigi Fashion Week/3

I cristalli sono i nuovi migliori amici della ragazza Chanel. Karl Lagerfeld questa volta ci conduce in un viaggio profondo al centro della terra re-immaginando gli universi sotterranei di Jules Verne affollati da glamour appuntito & luccicante. La nuova donna della maison di Rue Cambon, come un magnete esigente, richiama a sé gemme vistose, minerali colorati, e micro luminescenze che si incrostano perfettamente sulle maniche, sugli abiti, sui cappotti, sul parka oversize, e sulle gonne portafoglio. Colorati e di varie dimensioni, i cristalli, conferiscono tridimensionalità perfetta e impreziosiscono gonne in organza trasparente soprapposte ai leggings proposti in colori rocciosi.

Moda, Costume e Satira
Di

Parigi Fashion Week/2

Riccardo Tisci per Givenchy guarda alla frizzante anarchia dello streetstyle e alla supremazia dei materiali: stoffe di diversa provenienza, che si avvicinano creando contrasti sorridenti. La meticolosa operazione sartoriale ammaestra l’indomabile pelle che non porta con sé le tracce dell’usura per sottolineare la credibile componente artigianale. Pelle, dunque: plissettata sulle gonne, fasciante sui boleri con coda da marsina, matelassé sui pantaloni e sulle giacche di taglio tradizionale…

Moda, Costume e Satira
Di

Parigi Fashion Week/1

Al prêt-à-porter di Christian Dior, firmato da Bill Gaytten, manca l’assoluta trovata di ingegno consacrante e immortale. Il direttore artistico della maison, per trasfigurare il raccolto e renderlo migliore, tenta inutilmente di ramazzare gli angoli dei manuali di storia della Moda. Il risultato è un sacco pieno di rivisitazioni senza grinta. Una collezione composta prevalentemente da gonne a tubo o a trapezio, soprabiti in tessuto da tappezzeria, abiti sovrapposti, top ricamati, tailleur…

Moda, Costume e Satira
Di

Milano Fashion Week – 4 giorno

Due sono le tendenze principali della sfilata di Jil Sander: una – dalla silhouette morbida – con abiti che rispettano le regole dell’abbigliamento, come gli ampi cappotti di flanella e cashmere double, e le destrutturate vestaglie giocate sui toni del rosa languido, del bianco, del cammello, del cipria, che si avvicinano ai concetti e alle forme dell’Alta moda, fermati dal solo gesto della mano che si chiude a pugno sul petto.L’altra – dal profilo più seducente, pervasa da un’aria…

Moda, Costume e Satira
Di

Milano Fashion Week – 3 giorno.

Un certo look può accontentare tutti, senza distinzioni di classe: l’intellettuale e il rockettaro, il politico e l’uomo di spettacolo, il borghese e l’emarginato. E’ il look il valore universale che si ha. L’abito fa il monaco? Non solo: sulla passerella di Moschino l’abito fa il soldatino, il tamburino, il centauro, la mademoiselle, la party girl. La donna di Rossella Jardini, direttore creativo della maison, rimette sempre in evidenza il proprio lato migliore, per catturare l’ammirazione…

Moda, Costume e Satira
Di

Milano Fashion Week – 2 giorno

La cosciente consapevolezza dell’impossibilità di creare il nuovo in assoluto. La rielaborazione formale del già fatto. Nella collezione Max Mara per il prossimo inverno, tra richiami anni venti e citazioni cinematografiche, c’è un esplicito richiamo al rigore militare che non carica la donna di aggressiva pratica mascolina, ma le elargisce – con maestria, taglio, e qualità dei materiali – la facoltà di riscrivere i nuovi codici dell’eleganza. Razzi Katiuscia e armi nucleari? Niente affatto…

Moda, Costume e Satira
Di

Milano Fashion Week – 1 giorno

Tra il sonno e la veglia. Un po’ notturna. Sottilmente dark. Ostentatamente femminile. La nuova moda Gucci per il prossimo inverno è un’elegante novella gotica, senza angosce e terrore, che Frida Giannini, a pochi minuti dalla sfilata, ci riassume così: «La musa ispiratrice è una donna con un’anima tormentata, con sottili giochi di provocazione intellettuale». Entriamo in un salone affollato da giovani valchirie – tanto care ai ritratti di signora preraffaellita, disegnati da Dante Gabriel

Moda, Costume e Satira
Di

Istruzioni per l’uso

Un universo, quello della Moda, composto da industria, progettazione, studio, mercato, ricerca, pensiero. Gli scettici, sempre più annoiati dalla vita, che giocano a infangare il sistema e gli stilisti – per la sciocca paura del diverso che, ai loro occhi incerti, assume sembianze di un mostro a nove teste – pensano che tutto sia un baraccone immorale di superficialità e malessere esistenziale. Nonostante tutto, incoraggianti fatturati alla mano, una nuova settimana della Moda sta per iniziare.