mercoledì, 16 Giugno, 2021

Comuni. Maraio: “Trovare al più presto soluzione. Rischio caos”

0

“A seguito della Sentenza della Corte Costituzionale sulla tempistica del risanamento dei debiti dei comuni, è ora compito del Governo trovare presto una soluzione al rischio default di circa 1400 comuni. Tali enti, infatti, hanno solo applicato una legge che gli consentiva di spalmare le proprie anticipazioni di liquidità in un arco trentennale. A rischio sono i servizi essenziali ai cittadini già pesantemente danneggiati a seguito dei tagli di trasferimento agli enti. Sono certo che non mancherà la volontà politica per la risoluzione del problema altrimenti sarà il caos”

È quanto afferma in una nota il Segretario del Psi, Enzo Maraio in riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale di giovedì scorso che ha colpito pesantemente i già precari bilanci di molti Comuni italiani.
Infatti la Consulta con la sentenza n. 80/2021 ha giudicato illegittime le regole sul ripiano lungo dei deficit extra prodotti dalla gestione del fondo sulle vecchie anticipazioni sblocca-debiti. L’IFEL (Fondazione ANCI) ha, a questo proposito, redatto una nota di approfondimento proprio sulla sentenza che dichiara, in sostanza, illegittimo il dispositivo di ripiano del Fondo anticipazioni di liquidità.

Antonio Decaro, presidente dell’Anci, non ha nascosto le sue preoccupazione:
“Risulta indispensabile – ha detto – trovare il più rapidamente possibile una soluzione, dopo l’abrogazione da parte della Corte Costituzionale degli articoli di legge che ponevano al riparo i Comuni a rischio dissesto”. “Insieme con il presidente dell’Unione delle Province (UPI), Michele de Pascale, ho scritto una lettera al ministro dell’Economia per rappresentare questa urgenza. Siamo fiduciosi – ha concluso Decaro – che l’impegno annunciato dagli esponenti delle diverse forze politiche e l’impegno dello stesso Governo non lasceranno tanti Comuni soli davanti a questo pericolo. Siamo altrettanto certi che si possa e si debba contemperare l’esigenza di ripianare il debito dei Comuni in difficoltà con quella, altrettanto ineludibile, di mantenere gli enti in equilibrio finanziario”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply