lunedì, 6 Dicembre, 2021

Con la scusa del green ci lasciano al ‘Green’

0

Ad ottant’anni dalla seconda Guerra Mondiale abbiamo capito che quell’epoca è definitivamente tramontata, mi riferisco a quei bombardamenti distruttivi che successivamente hanno contribuito al boom delle economie d’Oriente e d’Occidente. Certo, in questo lungo periodo si è cercato di inventarsi qualche altro conflitto perché le macchine produttive non interrompessero le catene di montaggio: Corea, Vietnam, Afganistan, Iraq, Libia, poi ancora Iraq e Afganistan, oltre a molti Paesi africani sempre pronti a spararsi addosso a casa loro. Ma tutto ciò non è servito. Per mantenere ‘fumanti’ le ciminiere d’Occidente bisognava trovare una soluzione che mettesse a soqquadro il mondo e mantenesse quel livello di benessere che ci eravamo conquistati negli ultimi secoli: prima con spade e poi con le bombe. È un dato di fatto, però, che sia stato sempre stato l’Occidente ad aggredire l’Oriente e mai, o rarissimamente, viceversa. Pensate alla vergogna delle guerre coloniali! Ed ecco arrivare la carica dei geni dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo, i quali sono andati a rovistare in mezzo alle dieci piaghe d’Egitto che hanno trovato nell’invasione di mosche, zanzare e cavallette le cause del cambiamento climatico della terra, provocato dal fatto che gli insetti offuscando il sole partecipano attivamente a modificarne il clima. Altri, invece, si ispirano alla grave siccità ed agli eventi climatici che gettarono la terra dei faraoni in pasto a 150 anni di guerre e carestie! Ora, secondo loro, costi quel che costi ‘ovviamente per noi’ è necessario intervenire immediatamente e cambiare tutto: cani, gatti, polli, bici, automobili, televisori, case. Insomma, ogni cosa! E l’alimentazione? Beh, non penserete mica di continuare a mangiare le bistecche con l’osso! Intanto via la carne e solo l’osso, questo in attesa che la nuova frontiera della scienza alimentare ci prepari il polpettone di cavallette con lo stesso sapore della succosa fiorentina. Mettiamoci l’anima in pace, questa è la prospettiva del ceto medio d’Occidente in generale, e di quello europeo in particolare, che fino a ieri ha sperperato il 50% delle risorse sociali del mondo rubandole ai Paesi poveri con le guerre coloniali. Ma parlando di cose serie, permettetemi una riflessione: i vegani e i crudisti da tutto questo saranno avvantaggiati? perché soprattutto gli ultimi non accendevano il fuoco che sprigiona gas letale dai tempi delle caverne! E tutti gli altri, i ricchi per esempio, che fine faranno? Ma non lo sapete, loro poveretti mentre aspettano che si cuocia il porceddu passano il tempo a sparare i fuochi artificiali anche di giorno e, tra un bum bum e l’atro, aprono una cassetta di bottiglie di champagne e scommettono sulla provenienza dei botti: cinesi o napoletani?! Intanto a noi chiedono di rimboccarci le maniche e salvare il pianeta dai cambiamenti climatici e con la scusa del green ci lasciano al green! Mel frattempo a Milano si riuniscono alcune centinaia di ragazzi provenienti in aereo da tutto il mondo che certo soffrono il ‘clima’ ma non la fame!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply