domenica, 13 Giugno, 2021

Contro il Covid l’unica cosa sensata è vaccinarsi

0

Sono convinto che il Paesi d’Occidente hanno valutato il rischio di una vaccinazione sconosciuta al mercato: meglio un nuovo vaccino basato su acidi nucleici (Rna o Dna), anche se non ha riscontri nel passato, che una Pandemia fuori controllo. Mettiamola così, è un po’ come all’epoca delle grandi navi che venivano messe in acqua per poi terminare i lavori durante la navigazione.
Certo, i vaccini basati su acidi nucleici (Rna o Dna) sono molto più rapidi da realizzare, ma anche meno noti di quelli classici basati su proteine ricombinanti o virus uccisi. Oggi, infatti, ribadiamo, non abbiamo vaccini contro i Coronavirus sul libero mercato basati su Rna o Dna, solo il tempo ci dirà se sarà la giusta rotta da seguire. Nei vaccini tradizionali, invece, eventuali effetti collaterali si manifestano poco tempo dopo la somministrazione.

Questo, però, non deve farci demordere a credere nella scienza e, quindi, dobbiamo vaccinarci immediatamente, o appena sarà possibile, perché è l’unica cosa da fare.
Non ci sono cittadini ribelli e cittadini virtuosi, ogni timore va rispettato, non è facile sperimentare cose innovative nella vita; d’altronde, c’è sempre una prima volta! Certo, sarebbe bene non sapere le cose, la grande massa, cioè noi, non è attrezzata per capire la scienza e la sua fantascientifica evoluzione: tutta questa informazione ci crea ansia e dubbi che potrebbero indurci a prendere decisioni sbagliate, per questo dovremmo affidarci solo al nostro medico di fiducia.
Pensate di salire su un aereo, e il Comandante dovesse avvisare i passeggeri che non piloterà lui ma per la prima volta prenderà in mano la cloche un nuovo pilota che ha fatto esperienza solo nei simulatori; sono certo che una parte chiederebbe di scendere e l’altra farebbe un volo d’Inferno: attribuendo al giovanotto anche i vuoti d’aria.
La vaccinazione anti Covid di ultima generazione è un po’ così, ma per chi vuole aspettare ancora qualche giorno stanno maturando anche i vaccini tradizionali: quelli basati su proteine ricombinanti o virus uccisi.

La scienza è una benedizione, non una diavoleria, riflettete se avessimo dovuto aspettare i classici 5/8 anni per arrivare alle fasi avanzate di sperimentazione come succedeva solo ieri, il mondo non avrebbe scampo: noi non avremmo scampo.
Vaccinarsi appena possibile è l’unica cosa sensata che possiamo fare, nel rispetto che dobbiamo a noi stessi e alle persone che ci sono vicine.

 

Angelo Santoro

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply