mercoledì, 12 Maggio, 2021

Coronavirus, Putin all’attacco sui vaccini

0

Vladimir Putin, che si vaccinerà domani contro il Covid-19, risponde duro all’Ue che sembra chiudere allo Sputnik V. “Noi non imponiamo niente a nessuno, ma quando sentiamo certe dichiarazioni da alti funzionari, allora viene da chiedersi quali interessi stiano proteggendo e rappresentando queste persone, gli interessi dei cittadini dei Paesi europei? Cosa stanno facendo? Attività di lobby? E per giunta stanno anche imponendo sanzioni contro di noi”, ha detto il presidente russo. Dichiarazioni fatte durante una riunione sulle vaccinazioni in Russia, commentando le parole del commissario Ue al Mercato Interno Thierry Breton, che una intervista si è detto certo che in Ue “non avremo assolutamente bisogno dello Sputnik”.

 

Sono “strane” le dichiarazioni di Thierry Breton, ha detto ancora Putin.  “Non costringiamo nessuno a fare nulla – ha affermato Putin – ma ci interroghiamo sugli interessi difesi da queste persone, quelli delle case farmaceutiche o quelli dei cittadini europei?”

 

Oggi in un colloquio telefonico il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel e il presidente russo Putin hanno parlato anche della rolling review, la revisione a blocchi dei dati, del vaccino Sputnik V da parte dell’Ema. Lo riferiscono fonti Ue. Attualmente l’Ema ha in rolling review tre vaccini: Sputnik V o Gam-Covid Vac dell’Istituto Gamaleya di Mosca; l’Nvx-CoV2373 di Novavax e il CVnCoV di CureVac. I leader, informa il Consiglio, si sono scambiati vedute “sulla pandemia di Covid-19, sui vaccini e su questioni globali e regionali”. Putin ha intanto annunciato che ha intenzione di vaccinarsi domani, sottolineando che ”vaccinarsi è una scelta individuale”.
Su Sputnik, parlando con l’Adnkronos, Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici per Covid-19 dell’Agenzia europea del farmaco Ema, ha detto: “Su Sputnik andiamo avanti, il punto a fine aprile”. “Noi andiamo avanti con la valutazione dei dati disponibili e con le ispezioni ai siti produttivi, che sono in programma il mese prossimo. A fine aprile faremo il punto della situazione e capiremo meglio la tempistica di una potenziale autorizzazione, qualora i dati la supportassero”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply