martedì, 13 Aprile, 2021

Doppio appuntamento con Nando Citarella e la sua musica

0

Nando Citarella e la sua musica, i suoi strumenti e i suoi racconti di una vita trascorsa sui palchi di mezzo mondo, saranno i protagonisti di due appuntamenti che andranno in diretta streaming venerdì 9 e sabato 10 aprile sui canali social del Teatro Villa Pamphilj di Roma.

Si parte venerdì 9 alle 18:00 con una puntata speciale di “Didattica, che Spettacolo!” dal titolo “‘a vita è Museca”, (come un brano dell’ultimo cd del poliedrico artista), in cui i due conduttori, Checco Galtieri e Paolo Pecorelli, dialogherano con Citarella sul tema della multiculturalità con esempi musicali, piccoli video e spartiti.

Continua così un lavoro iniziato l’anno scorso, fin dai tempi del primo lockdown, dal format promosso dalla Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, che ha sperimentato ed esplorato la riflessione e le sinergie tra i mondi dello spettacolo e quello della formazione in ambito musicale, ospitando artisti come Patrizio Fariselli, Gabriella Aiello, i musicisti de La Batteria e didatti come Giovanni Piazza ed Enrico Strobino.

Sabato 10 aprile alle 19:30 Nando Citarella sarà anche il protagonista della seconda puntata di “Assolo” (costola del “Festival Popolare italiano – canti e corde mantici e ottoni”) per esibirsi e dialogare in musica (e non solo) con Stefano Saletti, direttore del festival.

Citarella, che ha da poco pubblicato il suo nuovo disco “Museca”, ripercorrerà i tanti anni di carriera intercalata tra musica popolare, ricerca sul campo e una grande forza espressiva dal vivo, in un confronto di idee e pensieri che da sempre rappresentano l’anima della rassegna

Nando Citarella, musicista, attore, cantante (tenore) e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee, ha studiato e collaborato con importanti artisti come Eduardo De Filippo, Dario Fo, Linsday Kemp, Roberto De Simone, Ugo Gregoretti e Lydia Biondi. Nel 1987 ha fondato la Compagnia “La Paranza”, e la Compagnia dei Tamburi del Vesuvio nel 1995. Ha collaborato con artisti della musica classica, contemporanea e popolare quali: NCCP, Eugenio Bennato, Francesco Di Giacomo, Fausto Mesolella, Ambrogio Sparagna, Vittorio Nocenzi, Patrick Vaillant, Riccardo Tesi, Lucilla Galeazzi, Stefano Di Battista, Ennio Gragnaniello, Enzo Avitabile, Elena Ledda, Nicola Piovani, Ami Stewart, Peppe Barra, Peppe Servillo, Milva, Radio Tarifa, Lucio Dalla, Pupella Maggio, Junk Merkul, e K. Nagano.

Con Stefano Saletti e Pejman Tadayon, ha ideato il Progetto Cafe Loti, che ha al suo attivo due dischi e lo spettacolo “Carmina Burana. Le Origini. Il grande incontro tra la musica classica e quella popolare”.
Docente di Canto e Danza popolare italiana al Puchberg Mozarteum di Salisburgo, tra il 2000 e il 2011, ha vestito per anni i panni del Giullare in trasmissioni televisive (Raiuno) quali: Domenicain, Partita Doppia, Il Castello, Luna Park, La Luna Nera. Autore di alcuni brani e canzoni in colonne sonore di Gigi Magni (O Re) e Francesca Comencini (I divertimenti della vita privata) con Fiorenzo Carpi e Nicola Piovani.
Era il Posteggiatore di Ho perso il Trend (Radiouno) con Luzzi e Bassignano. Ha all’attivo numerosi lavori discografici. Dal 2021 è titolare della cattedra di Canto Popolare al Conservatorio di musica Alfredo Casella de L’Aquila.

“Didattica, che spettacolo” e “Assolo” sono due format prodotti dal Teatro Villa Pamphilj (direzione artistica di Veronica Olmi) e rientrano nel programma Roma Culture.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply