martedì, 7 Dicembre, 2021

Fine vita. Maraio: “Bene approvazione testo”

0

Alla Camera, in commissione Giustizia Eutanasia, è stato approvato il testo nonostante il no della destra. E così il diritto all’eutanasia fa un passo avanti. A due anni dalla sentenza della Consulta sul caso Cappato che ha posto le condizioni per una legge sul diritto a morire per non soffrire. Anche se la maggioranza si spacca. Da una parte il Pd con M5S, Leu, Italia viva, Azione e Più Europa. Dall’altra Forza Italia, Fratelli d’Italia, e la Lega. Marco Cappato e Filomena Gallo, tesoriere e segretaria dell’Associazione Luca Coscioni esultano con un “finalmente”, anche se per loro il testo non va bene perché “esclude dall’aiuto alla morte volontaria i pazienti che non siano tenuti in vita da trattamenti di sostegno vitale, come i malati di cancro, ed esclude l’eutanasia attiva da parte del medico su richiesta del paziente”. Per questo Cappato e Gallo puntano sul referendum per una piena eutanasia per il quale è già partita la raccolta delle firme. Ma il voto è un buon inizio.

 

Maraio: Bene approvazione testo. Ora partiti si impegnino su Referendum

Soddisfazione arriva anche dal Partito socialista: “La Camera ha finalmente approvato il testo base su cui avviare la discussione sul suicidio assistito” ha detto in una nota il Segretario del Psi, Enzo Maraio. “Viene fatto nel rispetto delle indicazioni della Consulta, con estremo ritardo ma è un primo importante segnale. Per non vanificare il lavoro parlamentare che si farà nei prossimi mesi e per garantire che in Italia si arrivi alla legalizzazione dell’eutanasia, i partiti di centrosinistra si attivino anche nella raccolta firme per indire il referendum sull’Eutanasia legale promosso dall’Associazione Luca Coscioni”.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply