mercoledì, 16 Giugno, 2021

Giorgio Goggi
Nemmeno il ceto medio può più comprarsi casa

0

Dichiarazione di Giorgio Goggi, candidato sindaco dei Socialisti di Milano:

 

“La notizia apparsa oggi secondo la quale a Milano per acquistare un appartamento di 80 mq servono in media gli stipendi di 12 anni di lavoro, significa che in questa città è successo qualcosa di strano e diverso dalla normalità.
Gli ultimi anni devono aver alimentato una corsa alla realizzazione di edilizia di alto costo e nel contempo un’insufficiente quantità di edilizia per le classi meno abbienti.
Deve essere mancato l’intervento pubblico nel calmierare il mercato, come storicamente a Milano si è sempre fatto, sia con case popolari costruite con la legge 167, sia con il Piano Casa dei tempi della Giunta Tognoli.
La recente fortuna di Milano che, dopo l’Expo, ha attirato imprese, lavoratori e grandi aziende immobiliari, non può configurare una società ingiusta, dove nemmeno le famiglie del ceto medio non sono più in grado di acquistare una casa.
Pensiamo inoltre alle giovani coppie, che per la verità scarseggiano, forse anche per questo motivo, e pensiamo alle famiglie numerose.
Per contro le domande di edilizia sociale inevase sono più di ventimila.
Possiamo andare fieri della recente fortuna di Milano, ma questo non è il profilo di una società giusta.
Il Comune, che è un grande proprietario di aree, può e deve calmierare il mercato, può e deve attuare le legge 167, costruire e far costruire case popolari”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply