domenica, 1 Agosto, 2021

Grancio: ecologismo e decentramento per Roma

0

Sono trascorsi alcuni giorni dal sentito incontro che domenica 13 giugno 2021 ha visto riuniti presso il circolo Giustizia e Libertà i compagni e le compagne socialiste del I Municipio. L’incontro pubblico è stato l’occasione per presentare ai molti la candidata socialista alle primarie del centrosinistra Cristina Grancio, già capogruppo PSI in assemblea capitolina.

La manifestazione si è svolta all’insegna di una naturale solidarietà d’intenti e di visioni per il futuro di Roma e dell’Italia ed il sacrario della vita democratica dell’Italia repubblicana ha accolto il dibattito relativo a: “La democratica partecipata ed il ruolo della società civile”.

Il sentito incontro ha goduto dei saluti del Presidente del Circolo Giustizia e Libertà,  Salvatore Rondello, il quale ha coinvolto l’uditorio nel racconto degli episodi che hanno segnato la storia del circolo e della Repubblica.

Successivamente è intervenuta la candidata Cristina Grancio la quale ha affrontato i temi della campagna elettorale.
In primo luogo l’ecologismo, con particolare attenzione al consumo di suolo pubblico che da anni vede la Capitale vittima dei palazzinari.
A seguire il tema del decentramento amministrativo, affinché i municipi possano realizzare il principio di sussidiarietà fornendo servizi adeguati alla cittadinanza ma, soprattutto, intervenire direttamente per gli interventi di manutenzione ordinaria.
Successivamente è stato trattato il tema del femminismo, oggi più che mai urgente. Dai dati sulle violenze domestiche in città, alla presenza femminile nelle istituzioni capitoline, fino a verificare la diversità nella progressione di carriera.
Ancora il tema del lavoro, non solamente con riferimento al recupero delle attività legate al turismo ma, e soprattutto, con lo sviluppo di nuovi settori turistici legati alle bellezze naturalistiche del territorio.
Da ultimo una nuova prospettiva di sviluppo del lavoro giovanile, legato al recupero della copiosa ed inutilizzata superficie agricola posseduta da Roma Capitale.

Successivamente è intervento Antonio Catania Musmeci, promotore dell’incontro.

Di seguito l’intervento: <<Compagni, amici e avventizi. Oggi, e non è un caso, Siamo riuniti in questo sacrario della vita democratica e repubblicana dell’Italia, che è Giustizia e Libertà. Tutto ciò avviene a pochi giorni dalla commemorazione dei caduti per la libertà; Matteotti, Carlo e Nello rosselli. Alle loro parole e dalle loro vite è ispirato il tema odierno: la democrazia partecipata ed il ruolo della società civile. Lo stesso e posto dai fatti che riscontrano nella scarsa partecipazione democratica il pericolo della tirannide e dell’asservimento dell’uomo ai finti bisogni inculcati dai mass-media. I socialisti romani, che si sono posti il problema da dove e come cominciare, hanno iniziato da qui, da Roma. Non bastano però le amministrative a fare la differenza, perché il decoro urbano della città e gli innumerevoli problemi non possono che essere risolti da cittadini coscienti del loro impatto individuale. È esemplificativo ragionare sul fatto che se per strada si vedono cicche, su i muretti le bottiglie di vetro vuote e se si scorge qualcuno che butta la cartaccia dal finestrino non è l’Italia che ha fallito, hanno fallito i genitori, i nonni, la scuola e la società civile perno dell’Italia repubblicana. E nella fiamma di giustizia e libertà, consacrata dal sangue dei martiri, che ognuno di noi deve aggiungere un tizzone di responsabilità, abnegazione e lavoro sociale>>.

 

Andrea Silvestrini, segretario del PSI Roma, ha chiuso l’incontro. Lo stesso, con parole spontanee e sentite, ha commosso l’attento uditorio nel ricordare i caduti ed i loro ideali socialisti e nel far presente che non vi è legge italiana che non porti la firma di socialisti di spessore e di cultura che hanno alimentato la vita democratica del Paese.

Non è mancato, ed a ragione, l’invito a partecipare attivamente alle primarie del centro sinistra esprimendo la preferenza per la candidata socialista Cristina Grancio.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply