martedì, 19 Ottobre, 2021

I nuovi concorsi Inps per medici e funzionari

0
Richiesta e revoca online
DELEGA DELL’IDENTITA’ DIGITALE

Come indicato nella circolare Inps del 12 agosto scorso, n. 127, gli utenti impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online possono delegare una persona di fiducia all’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’Istituto, attraverso lo strumento della delega dell’identità digitale.
Con il successivo messaggio del 1° ottobre 2021, n. 3305 l’Istituto ha comunicato che è possibile registrare o revocare direttamente online la delega a una persona di fiducia, accedendo all’area riservata MyInps, sezione “Deleghe identità digitali”, tramite le proprie credenziali Spid, Cie o Cns (c.d. “Delega Spid su Spid”).
La delega registrata online avrà una durata minima di 30 giorni, entro i quali non potrà essere revocata online, ma esclusivamente presso uno sportello Inps.
Il numero massimo previsto di tre deleghe in capo allo stesso delegato non si applica ai tutori, curatori e amministratori di sostegno. Questi soggetti possono inviare la documentazione, firmata digitalmente, anche attraverso una Pec alla struttura territorialmente competente.

 

Per medici e funzionari
PUBBLICATI I NUOVI CONCORSI INPS

Sulla Gazzetta Ufficiale, 4^ Serie Speciale, “Concorsi ed Esami”, n. 78 del 1° ottobre 2021, è stato pubblicato il bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’Inps, area C, posizione economica C1, adottato con determinazione del Consiglio di Amministrazione n.66 del 28 ottobre 2020.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica, utilizzando la seguente applicazione: https//concorsi.inps.it.
L’invio online della domanda debitamente compilata deve essere effettuato entro e non oltre le ore 16.00 del 2 novembre 2021; allo scadere del predetto termine il sistema non permetterà più l’inoltro del modulo elettronico. I requisiti per l’ammissione sono indicati nel bando di concorso, cui opportunamente si rinvia per ogni riferimento.
Concorso pubblico a 189 posti di professionista medico
Sulla Gazzetta Ufficiale, 4^ Serie Speciale, “Concorsi ed Esami, n. 78 del 1° ottobra 2021, è stato pubblicato il bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a 189 posti di professionista medico di prima fascia funzionale nei ruoli del personale dell’Inps, adottato con determinazione del Consiglio di Amministrazione n.116 del 30 luglio 2021.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica, utilizzando la seguente applicazione: https//concorsi.inps.it
L’invio online della domanda debitamente compilata deve essere effettuato entro e non oltre le ore 16.00 del 2 novembre 2021; allo scadere del predetto termine il sistema non permetterà più l’inoltro del modulo elettronico. I requisiti per l’ammissione sono indicati nel bando di concorso, cui opportunamente si rinvia per ogni riferimento.

 

Autonomi
ESONERO CONTRIBUTIVO PARZIALE: CHIARIMENTI

La legge di bilancio 2021 (articolo 1, comma 20, legge 30 dicembre 2020, n. 178), nel disciplinare le condizioni per la fruizione dell’esonero parziale dei contributi previdenziali previsto per il 2021 a favore dei lavoratori autonomi, ha disposto, tra gli altri requisiti, che i beneficiari debbano avere subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nel 2020 non inferiore al 33 per cento rispetto a quello del 2019.
Acquisito il parere del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Inps ha fornito ulteriori chiarimenti sulle modalità di verifica del requisito del calo di fatturato o dei corrispettivi per i soggetti che abbiano iniziato l’attività nel corso del 2019. Il messaggio Inps del 24 settembre scorso, n. 3217 precisa, pertanto, che la verifica del calo di fatturato o dei corrispettivi del 2020 sul 2019 avverrà sulla base dell’importo medio mensile relativo ai mesi di attività delle due annualità in esame.
Per poter accedere all’esonero parziale, l’ammontare medio mensile del fatturato o dei corrispettivi del 2020 deve essere inferiore almeno del 33 per cento rispetto a quello del 2019.
Con ulteriore messaggio del 20 agosto 2021, n. 2909, l’Ente di previdenza ha fornito indicazioni in merito all’esonero parziale dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle Gestioni Inps e alle Casse previdenziali professionali autonome, previsto dalla legge di bilancio 2021.
Con il successivo messaggio del 24 settembre scorso, n. 3216, l’Inps è tornato nuovamente sull’argomento per fornire ulteriori specifiche in relazione al pagamento delle indennità di maternità/paternità, di congedo parentale, e dell’indennità di malattia e degenza ospedaliera, in favore dei lavoratori iscritti alle Gestioni previdenziali dell’Istituto.
Il nuovo messaggio, oltre a illustrare le modalità applicative dell’esonero contributivo per gli iscritti alle Gestioni speciali autonome degli artigiani ed esercenti attività commerciali e per gli iscritti alla Gestione speciale autonoma dei coltivatori diretti, coloni e mezzadri, contiene le indicazioni operative per gli operatori di Sede.

 

Cassa integrazione guadagni e Fondi di solidarietà
ORE AUTORIZZATE PER EMERGENZA SANITARIA

Il numero di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate nel periodo dal 1° aprile 2020 al 31 agosto 2021, per emergenza sanitaria, è pari a 6.293,2 milioni di cui: 2.669,5 milioni di Cig ordinaria, 2.229,2 milioni per l’assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 1.394,6 milioni di Cig in deroga.
Nel mese di agosto 2021 sono state autorizzate 180,3 milioni di ore, con un incremento del 1,5% rispetto alle ore autorizzate a luglio 2021.
Le autorizzazioni si riferiscono: a 8.105 aziende per la cig ordinaria con 31,4 milioni di ore, a 24.606 aziende per l’assegno ordinario con 89,5 milioni di ore e a 81.410 aziende per la cig in deroga con 59,3 milioni di ore.
Riguardo la cassa integrazione ordinaria, i settori con il maggior numero di ore autorizzate sono le: “industrie tessili e abbigliamento” con 17,0 milioni di ore, “pelli cuoio e calzature” con 5,6 milioni di ore “costruzioni” con 1,8 milioni di ore; seguono i settori “fabbricazione di autoveicoli rimorchi
semirimorchi e mezzi di trasporto” e “fabbricazione di macchine e apparecchi meccanici ed elettrici” con rispettivamente 1,3 e 1,1 milioni di ore. Questi cinque comparti in termini di ore autorizzate assorbono l’85% delle autorizzazioni del mese di agosto.
Per la cassa integrazione in deroga il settore con il maggior numero di ore autorizzate è il “commercio” con 21,1 milioni di ore, seguono “alberghi e ristoranti” con 13,7 milioni, “trasporti magazzinaggio e comunicazioni” con 10,9 milioni di ore. Questi tre settori assorbono il 76,9% delle ore autorizzate ad agosto per le integrazioni salariali in deroga.
Nel mese di agosto 2021 i settori con più ore autorizzate nei fondi di solidarietà sono: “alberghi e ristoranti” con 27,9 milioni di ore, “attività immobiliari, noleggio, informatica, ricerca, servizi alle imprese” con 25,5 milioni di ore, “commercio” con 12,5 milioni di ore.
Riguardo le regioni, è la Lombardia che ha avuto, nel mese di agosto 2021, il maggior numero di ore autorizzate di Cig ordinaria con 8,8 milioni di ore, seguita da Emilia-Romagna e Piemonte con rispettivamente 3,1 e 2,8 milioni di ore.
Per quanto attiene la Cig in deroga le regioni per le quali sono state autorizzate il maggior numero di ore sono state: Lombardia con 12,9 milioni di ore, Lazio con 10,1 milioni di ore e Campania con 6,0 milioni di ore.
Per i fondi di solidarietà, le autorizzazioni si concentrano in Lombardia (24,4 milioni di ore), Lazio (16,2 milioni), Emilia-Romagna (8,0 milioni), Piemonte (6,6 milioni).

 

Osservatorio Cig
INPS: I DATI DI AGOSTO 2021

È stato di recente pubblicato l’Osservatorio sulle ore autorizzate di Cassa integrazione guadagni con i dati di agosto 2021.
Ad agosto sono state autorizzate 180.251.738 ore; il dato registra un incremento del 1,5% rispetto alle ore autorizzate a luglio 2021.
Le ore di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria autorizzate ad agosto 2021 sono state 31.439.872. A luglio 2021 erano state autorizzate 79.119.149 ore: di conseguenza, la variazione congiunturale è – 60,3%.
Gli interventi di CIG in Deroga sono stati pari a 59.343.386 ore autorizzate. La variazione congiunturale registra ad agosto 2021, rispetto al mese precedente, un aumento del 263,4%.
Il numero di ore autorizzate nei fondi di solidarietà è pari a 89.468.480 e registra un aumento rispetto al mese precedente pari al 8,9%.
Per le ore autorizzate specificatamente per emergenza sanitaria si rimanda al report mensile “ Cassa integrazione guadagni e Fondi di Solidarietà – Ore autorizzate per emergenza sanitaria – agosto 2021”.

 

Carlo Pareto

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply