domenica, 19 Settembre, 2021

I puristi del M5s annunciano ricorso contro Conte

0

Sette è un numero simbolico, quasi magico, solo che stavolta rappresenta i motivi di illegittimità con cui i pentastellati hanno deciso di far ricorso contro l’elezione di Giuseppe Conte a leader del M5S.
È in dirittura d’arrivo la notifica del ricorso giudiziario per l’annullamento del nuovo statuto redatto dal giurista di Volturara Appula.
I motivi “non sono solo procedurali e verranno illustrati nei prossimi giorni in conferenza stampa”, dicono i promototi dell’impugnatura contro l’elezione, spiegando anche che l’iniziativa nasce “a seguito della deriva verticistica che ha portato ad accantonare le regole e i principi fondanti del M5S, con conseguente sospensione della democrazia interna”.
La notizia arriva a Napoli dove l’ex premier si trova per partecipare alla presentazione dei candidati M5S alle prossime comunali. In un momento in cui tra l’altro Conte si trova già a dover affrontare le perdite di un Movimento che sta scontando l’entrata nella stanza dei bottoni e la gestione fallimentare di città importanti come Torino o Roma.
Proprio nella capita nei giorni scorsi Francesca De Vito ha dato vita a una nuova formazione 2Partecipazione attiva”, nata per “raccogliere le ceneri del M5s delle origini”.
Ma più che dal nuovo corso politico di alleanze o di voti, pare che il malcontento sia cresciuto in seno al Movimento proprio a seguito delle continue ‘richieste’ o cambiamenti delle liste dall’alto, in vista di queste difficili amministrative.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Scrivo al volo, penso con la mano sinistra, leggo da ogni angolazione, cerco connessioni

Leave A Reply