martedì, 3 Agosto, 2021

Il debutto di Claudia Rossi in un mix straordinario di musiche

0

Lei si chiama Claudia Rossi, in arte Kolè, e da pochi giorni è in uscita il suo debut E.P. “Kolé” di cinque tracce anticipato dall’uscita di due singoli. Classe ‘93, neo laureata in filosofia, appassionata di storia medievale, nella sua musica si frulla di tutto: dalle atmosfere dei Radiohead alle sonorità dei Portishead passando per Moltheni e Afterhours ma anche da Quantic Soul Orchestra e Fela Kuti. Un mix straordinario che rende la sua musica estatica che sarà però trovare direzioni personali in quella sperimentazione che fonde trip hop, funk e nu soul. Con una voce a tratti vicina a quella Bijork che abbiamo amato e venerato in dischi come “Debut” o “Vespertine”. Con una delicata linea che sfiora il canto sussurrato di Chet Baker.

“La musica mi accompagna da sempre – dice – non ho mai pensato fosse qualcosa di diverso dalla mia esistenza o un fatto ancillare, da apprendere. Lo scorso giugno mi sono laureata in magistrale in filosofia, mia altra stella polare. Grazie alla storia della filosofia e della musica medievale ho approfondito alcuni aspetti della musica bizantina antica e del canto gregoriano ereditando soprattutto il gusto per l’armonizzazione delle voci”

Un disco che sorprende. Che buca l’ordinario che suona, liquido, sui cellulari dei ragazzi di oggi. Forse già mainstream, se non fosse per quella ricerca che lo rende attuale. Forse ancora troppo grezzo per poter brillare di luce autonoma. Però crediamo che sia arrivato il momento di abbandonare i fantasmi della formazione e abbandonarsi a se stessa. Una voce e una intelligenza che certamente riuscirà a stregare e convincere.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply