mercoledì, 16 Giugno, 2021

Il Museo Marini riapre e inaugura Kinder Art

0

Dopo un apposito intervento di ristrutturazione e riqualificazione, il Museo Marino Marini di Firenze (www.museomarinomarini.it), perseguendo la sua missione di luogo di fertilizzazione culturale e creatività, si espande nell’antico chiostro per dare vita al Kinder Art, un nuovo ampio spazio dalle grandi e luminose vetrate che, a partire dal periodo estivo, accoglierà in totale sicurezza bambini, ragazzi e famiglie per imparare l’arte attraverso il gioco.

Il concept del Kinder Art è espresso attraverso un marchio divertente e dinamico, ideato dall’artista e pubblicitaria svizzera Patrizia Pfenninger, fondatrice dell’agenzia creativa Indica, che utilizza come immagine la macchia, simbolo di libertà e creatività, espressione della fantasia, e come pay off “Artisti Apprendisti”, a rimarcare il concetto di un museo laboratorio che promuove la creatività artistica ma anche la sperimentazione.

«Patrizia Pfenninger – afferma Patrizia Asproni, presidente del Museo – è una pubblicitaria affermata ma anche un’artista. Per questa sua sensibilità verso la creatività ho voluto affidarle lo studio del marchio del Kinder Art, la nuova ala del museo Marino Marini, un’oasi di creatività per i bambini e le famiglie, un luogo della fantasia ma anche del fare arte. Il Museo si è focalizzato, da tempo, su questi percorsi educativi, coinvolgendo non solo le scuole ma anche le loro famiglie in un continuo dialogo tra museo e comunità, imprescindibile per la crescita personale e collettiva».

Tra gli obiettivi del Museo vi è, dunque, quello di offrirsi come luogo multidisciplinare e trasversale che, anche attraverso il Kinder Art, moltiplica le sue proposte per la città diventando un punto di riferimento per la comunità locale ma con un collegamento con le esperienze internazionali più avanzate. Uno spazio da vivere e abitare che diventa parte integrante della città stessa, facendosi promotore di servizi e attività dedicate.

In occasione della riapertura del Museo prevista per domani, sabato 8 maggio – nei giorni di sabato, domenica e lunedì dalle ore 10:00 alle 19:00 – prendono il via i laboratori per famiglie con bambini (dai 3 agli 11 anni).
I laboratori, all’insegna della creatività e della fantasia, si terranno ogni sabato e domenica alle ore 16:00.

Il Museo Marino Marini è nato dalla volontà di Marino e Marina Marini che, alla fine degli anni Settanta del Novecento, individuarono l’ex chiesa di San Pancrazio di Firenze come luogo ideale al quale legare la donazione di opere che l’artista, poco prima di morire, aveva fatto alla città. La ristrutturazione della chiesa, abbandonata da secoli, è stata realizzata dagli architetti Lorenzo Papi e Bruno Sacchi che hanno creato un allestimento a immagine e somiglianza di quel mondo così affascinante di Marino Marini, uno dei personaggi più significativi della cultura figurativa del Novecento. Il museo ospita 183 opere di Marino Marini: disegni, litografie, dipinti, sculture, tutte esposte al pubblico su quattro livelli. Parte integrante del museo, recuperata dopo un lungo restauro, è una delle meraviglie del Rinascimento fiorentino: la Cappella Rucellai, capolavoro assoluto dell’architetto Leon Battista Alberti, con il Tempietto del Santo Sepolcro.

Redazione Avanti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply