domenica, 1 Agosto, 2021

Il petrolio resta ai minimi da sei anni

0

gas-petrolioL’oro nero resta sui minimi dal marzo del 2009, in attesa dei dati sulle scorte Usa, previsti su livelli record. Il greggio Wti (West Txas Intemediate, ndr) cede lo 0.09% a 43,79% dollari al barile, mentre il Brent recupera lievemente di 9 centesimi a 54,03 dollari. Il nuovo ribasso del petrolio potrebbe far risparmiare agli italiani una quindicina di miliardi di euro, circa l’1% del Pil. Nel frattempo i prezzi della benzina sembrano non risentirne in modo deciso: 1,689 euro/litro (+0,1 cent), mentre il gasolio si attesta sui 1,540 euro/litro (-0,2 cent).

IL CROLLO DEL PETROLIO – Il crollo dei prezzi del petrolio ha dato il via a un intenso dibattito su quando e come i produttori decideranno di reagire nel tentativo di mutare la rotta delle quotazioni dell’oro nero. Il crollo in atto dipende largamente dal calo della domanda internazionale e dall’incremento esponenziale della produzione statunitense di Shale Oil, il greggio ottenuto dalla fratturazione idraulica o hydrofracking delle scisti bituminose.

IL COSTO DELLA BENZINA – Nel frattempo, però, nonostante l’oro nero sia ai minimi storici da 6 anni, i prezzi della benzina nei distributori italiani sembrano non risentirne in modo deciso. Secondo quanto rilevato da “Staffetta Quotidiana”, ieri la benzina è scesa per la seconda volta consecutiva (il diesel per la terza), salvo risalire questa mattina: le medie nazionali in modalità servito indicano 1,689 euro/litro (+0,1 cent), mentre il gasolio si attesta sui 1,540 euro/litro (-0,2 cent).

Redazione Avanti!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply