venerdì, 22 Ottobre, 2021

La maison Etro omaggia il grande maestro Franco Battiato

0

“Questo show è per te, Maestro! Con gratitudine, ammirazione e affetto”. Così si legge nell’incipit del comunicato stampa di presentazione della sfilata maschile primavera/estate 2022 del brand Etro, firmato dal direttore creativo Kean Etro. L’attestato di stima e di riconoscenza si riferisce naturalmente al grande Franco Battiato, il geniale musicista siciliano recentemente scomparso a cui lo stilista ha dedicato la collezione allestita durante Milano Moda Uomo.

 

Una collaborazione iniziata a metà degli anni ’80

Il fashion designer conobbe Battiato nel 1985 e, non ancora impegnato in Etro, realizzò, per l’azienda di famiglia, le scenografie per il tour ‘Mondi lontanissimi’ sulle note della conosciutissima hit ‘L’era del cinghiale bianco’, il primo successo pop del cantautore catanese, scritta dallo stesso Battiato e dal suo fido violinista Giusto Pio.

 

I modelli hanno danzato sulle note di ‘Cuccurucucu’

I modelli hanno presentato le nuove creazioni sfilando tra i binari dello Scalo Farini, prima di immergersi nelle bellezze della natura e di celebrare il finale dello show danzando al ritmo di un’altra canzone battiatiana degli anni ’80 popolarissima e di grande successo anche commerciale, ‘Cuccurucucu’.

Tra simboli arcaici e messaggi d’amore e ottimismo

Le classiche stampe paisley del marchio erano alternate a colori vitaminici. In evidenza anche suit dai toni saturi, capi più sportivi in cadi di seta e i classici gilet da tennis con georgette. Pantaloni metallici in canvas spalmato preannunciavano i pantaloncini oversize, impreziositi da simboli arcaici che decoravano anche i bomber ricamati, mentre messaggi stampati di amore e di ottimismo risaltavano sui trench e sulle etichette degli abiti.

 

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply