domenica, 13 Giugno, 2021

L’Europa del domani

0

La penna che sta scrivendo è guidata dalla mente di un giovane, convinto europeista e follemente innamorato dell’idea di far convivere “diversi” popoli, dividendo e godendo degli stessi spazi e soprattutto delle eguali opportunità .
 
Quando i cosiddetti Padri Fondatori partorirono la pazza e altrettanto stupenda idea di costruire un gemellaggio commerciale, economico, politico e geografico con la possibilità di proteggere ed ospitare  tutti sotto la stessa  grande bandiera, di certo, speravano di realizzare un progetto nobile, forte, gettando basi muscolose sulle quali le future generazioni avrebbero potuto erigere una grande CASA comune e, non di sicuro, immaginavano che, chi sarebbe arrivato dopo di loro avrebbe ammobiliato la casa con elementi di ingordigia, sopraffazione e tornaconti meramente economici.  Rischiando di distruggere,  da figli irriconoscenti,  il lascito dei padri buoni.
 
Come in apertura scritto,  da europeista convinto e aggiungo ora da socialista altrettanto convinto, credo e sostengo, con parecchia umiltà, l’importanza vitale  oggi più di ieri  di difendere a denti serrati l’idea, il progetto e il creato di quelle che furono menti illuminate, eretiche, visionarie, futuriste.
 
In una visione e lettura familistica,  dunque,  i nostri nonni hanno regalato ai nostri padri la terra,  i quali hanno scelto concimi avvelenati. Tocca adesso, a noi nipoti  piantare le migliori semenze e innaffiarle quotidianamente con umanità,  senso di riconoscenza e responsabilità. Guardando spesso indietro per non perdere la via dell’avanti.
 
Urge una sana,  accurata e proficua riflessione per mettere in campo iniziative,  donne e uomini,  idee,  tecnologie,  saggezza,  capitoli di storia per invertire la marcia odierna ,che, cosi continuando ci condurrebbe inarrestabilmente verso la bruta deriva .
Usare costantemente il principale e indispensabile ingrediente : il CUORE  . Quest’ultimo accompagnato dalla tanta  UMANITA’ di cui siamo capaci e portatori sani ,  ci aiuterà ad arrivare alla creazione perfetta ,ovvero,  gli STATI UNITI D’EUROPA .
 
Abbandonare il modus operandi odierno puramente tecnocrate e gettare via l’austero  “attrezzo della tenaglia economica”  che sta schiacciando decenni e decenni di raffinate conquiste di sogni,  di realtà,  di bellezze,  di storia,  di sane tradizioni e soprattutto di PACE. Perché voi giovani,  giovanissime generazioni dovete studiare e approfondire bene in modo da sapere che il dono più grande che vi è stato lasciato è  la pace. Infatti, le generazioni del dopo accordo sull’acciaio non hanno conosciuto la guerra, questa terribile umana invenzione.
 
Ora,  però,  i tempi sono in mutazione,  si rischia d’avere un “futuro medioevo” .  E’ giunto il momento di innalzare lo scudo del senso di responsabilità,   indossare l’elmetto del coraggio e scendere tutti, nessuno escluso  altrimenti colpevole,  in campo per partecipare alla battaglia culturale .
Di quest’ultima ne abbiamo uno straordinario bisogno per sconfiggere ogni forma di politica deviata  da interessi di  pochi eletti, mascherata da questo pseudo sovranismo rispolverato per distruggere la GRANDE BELLEZZA e riempire i granai  ad avidi “contadini “  DIFENDIAMOLA !
Formiamo un unico gigantesco cerchio tenendoci tutti per mano, cimentiamoci in un movimentato,  ritmato e infinito ballo di colori, sapori,  costumi ,  idee diverse con al centro quel magnifico blu adornato da luminose e calde stelle . questa è la nostra BANDIERA, la nostra missione.
 
Bisogna essere forti e preparati per stravolgere la quotidianità . Basta con l’europa spezzatino,  con il continente dai tanti ancora confini.  Si gettino via le calcolatrici e tutte le pretese egoistiche in modo da avere un’unica politica monetaria/economica,  una sola politica estera ed interna,  un’unica strategia sanitaria e di investimenti commerciali e tecnologici .  
Gli Stati vengano al più presto liberati dai lacci della burocrazia e dalle grinfie di matrigne perfide .
I nascituri STATI UNITI D’EUROPA siano laboratorio dove sperimentare l’elisir  per la felicità di questi figli e di quelli che verranno. Si seppelliscano tutte le armi,  gli utensili e soprattutto le idee e i voleri atti ad  offendere,  uccidere,  paralizzare i  simili. Gli stabilimenti d’armi si convertano in fabbriche di caramelle! Puntare tutto su scienza,  cultura,  turismo,  ambiente e sostenibilità. Siamo o no il continente più bello al mondo ?

Bisogna volerlo dal basso,  chiudete per pochi secondi gli occhi e provate insieme a me ad immaginare un lungo viaggio attraversando distese di pace, felicità,  armonia,  serena convivenza e sussidio reciproco..
Diverrebbe un o il peccato fatale tradire la volontà dei  PADRI FONDATORI che,  come in precedenza scritto,  sono stati i nostri cari nonni.
Tradendo loro infliggeremmo l’affondo fatale al nostro già incerto futuro, alle nostre tante aspettative per ripiombare velocemente nel limbo cui si trovavano le Nazioni in un passato a noi lontano. Attenti signore e signori basta un attimo, un sussulto,  un inciampo,  una distrazione per far ripetere la storia.

Spendere oggi tutte le energie per non dover vivere domani da dannati.
Pensate,  continuate a pensare come e quanto sia bello potersi muovere da luogo a luogo in piena libertà, poter andare in qualsiasi città per conoscere nostri fratelli . Apriteli ora gli occhi ma continuate a sognare ed assaporare il gusto delle LIBERTA’ .
Costringiamo con forza e determinazione all’angolo e quindi alla resa i nemici dell’EUROPA solidale,  i traditori del nostro sogno,  i contrari alla ricchezza per tutti.  Uniamoci in quella che deve essere una CROCIATA LAICA per la nostra DEMOCRAZIA.  Un solo continente politico autosufficiente,  un unico mondo umano , con al centro le persone ,la carne e le ossa,  i sentimenti,  gli animi.
 
Non più muri ne barriere come in passato ,  solo passerelle e indicazioni atte a far incontrare e convivere serenamente le genti. Contaminiamoci a vicenda ,  abbiamo tutti e ribadisco tutti  bisogno di incamerare linfa altrui ,di respirare l’ossigeno di chi ci vive accanto. Quindi,  difendiamo fortemente ciò che fin qui ,  anche con tanti evidenti limiti e negatività è stato costruito e portato avanti ,  soprattutto lavoriamo sin da subito per poter continuare a godere di ciò che è stato pocanzi  descritto .
Tocca alla POLITICA ,  come strumento di massimo VALORE studiare e fornire a breve,  rimedi, ricette ed efficaci proposte per attuare e rendere reale codesta,  spero per tutti, meritata  favola .
 
Ho scritto queste umili pagine , mi scuso per la qualità , tutte d’un fiato. Dettate dal cuore , ricordatelo l’ingrediente principale,  perché davvero convinto che la perfezione sia raggiungibile.

Gian Maria Lebrino

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply