lunedì, 6 Dicembre, 2021

Billie Eilish convince de la Renta a rinunciare alle pellicce

0

Una talentuosa e originalissima popstar americana ha convinto il brand Oscar de la Renta (fondato dallo stilista dominicano naturalizzato statunitense scomparso nel 2014) a fare a meno delle pellicce. Billie Eilish, cantautrice diciannovenne di Los Angeles in vetta alle classifiche di tutto il globo, ha persuaso i direttori creativi della maison Fernandono Garcia e Laura Kim a non utilizzare più pellicce animali all’interno delle prossime collezioni. La Eilish, convinta vegana e attivista per i diritti degli animali, ha fatto cambiare idea ai due stilisti in occasione del Met Gala, durante il quale ha indossato un abito della casa di moda.

 

Billie: sono onorata di aver contribuito a questa decisione

“È stato un onore indossare questo abito, sapendo che Oscar de la Renta diventerà completamente fur-free attraverso un cambiamento che impatterà sul bene comune, non solo per gli animali ma anche il nostro pianeta e l’ambiente. Sono onorata di essere stata uno stimolo e di essere stata ascoltata su questo argomento, tutti i designer dovrebbero fare lo stesso”, ha commentato la Eilish ai microfoni della Cnn.

Israele primo paese al mondo a dire no alle pellicce

E mentre arriva la notizia che Israele è il primo paese al mondo ad avere vietato la compravendita di pellicce, eccezion fatta per gli “shtreimel”, i tradizionali copricapi indossati dagli ebrei ultraortodossi, si può proprio dire che Oscar de la Renta si trovi in buona compagnia. Negli ultimi anni sempre più maison d’eccellenza hanno deciso di fare a meno delle pellicce animali, da Gucci a Prada passando per Versace, Valentino, Jean Paul Gaultier, Balenciaga, Alexander McQueen e ancora altre.

 

Andrea Malavolti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply