lunedì, 10 Maggio, 2021

Letta si prende ‘serenamente’ 48 ore. Pd, tornano anche gli esiliati

0

Ci deve pensare, come chi è stato ‘tradito’ da un amore.
“Sono grato per la quantità di messaggi di incoraggiamento che sto ricevendo. Ho il Pd nel cuore e queste sollecitazioni toccano le corde più profonde. Ma questa inattesa accelerazione mi prende davvero alla sprovvista; avrò bisogno di 48 ore per riflettere bene. E poi decidere”, scrive su Twitter Enrico Letta.
Era andato via sbattendo la porta, Enrico Letta, dopo ‘stai sereno’, il cambio di Governo con Renzi, le dimissioni nel 2015 anche da deputato e dopo aver votato contro la nuova legge elettorale proposta dal PD, l’Italicum, e senza aver rinnovato la tessera del Pd.
Adesso sembra ‘il papa straniero’ di cui i dem hanno bisogno. Anni lontano dall’Italia e dalle beghe tra le correnti dopo il ‘fuoco amico’ renziano. Uno dei motivi che avrebbero portato a proporre il nipote del forzista Gianni, starebbe proprio in una sorta di revanche contro il leader di Italia Viva, tirato in mezzo anche nelle ultime accuse dopo le dimissioni di Zingaretti.
Tuttavia sembra che ai (non più) giovani turchi la cosa che interessi di più sia smentire la linea ‘Bettini’ e ripartire senza alleanze infruttuose come quelle difese dalla segreterie del Governatore del Lazio.
Non poco hanno fatto discutere le esternazioni del portavoce dell’ex Premier Conte contro ‘cancri da estirpare nel Pd’.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Scrivo al volo, penso con la mano sinistra, leggo da ogni angolazione, cerco connessioni

Leave A Reply