sabato, 18 Settembre, 2021

Locandine anti lega fanno il verso a manifestazione flop

0

Sabato e domenica prossima, a Milano, la Lega scenderà in piazza cercando di pitturare la facciata di un edificio che, a quanto sembra, sta cadendo a pezzi. Una “rinfrescata” color verde Padania, insomma, che ridia vigore a quel sentimento affievolito della base leghista come il colore ormai stinto delle loro bandiere.

GHOSTBUSTERS – Intanto però alcuni anonimi, la scorsa notte, si sono divertiti a tappezzare il capoluogo lombardo con goliardici manifesti antileghisti. Il richiamo è al film “Ghostbusters”: solo che, al posto di un fantasma, al centro delle “locandine” ingegnate dai burloni c’è la caricatura di un minaccioso Umberto Bossi, all’interno di un cerchio sbarrato, tipico segnale di divieto. E, poco sotto, alcune avvertenze: «Precauzioni: chiuditi in casa e tieni la porta ben chiusa e le tapparelle abbassate. Sono abili camuffatori, ciarlatani e populisti. Non aprirgli o in un attimo ti rubano tutto: la casa, la pensione e ogni libertà. Tenere lontani dai bambini, rischio contagio».

COMO – Un episodio simile è avvenuto anche nella provincia di Como. I manifesti originali del Carroccio infatti sono stati “manomessi” la scorsa serata a Fecchio (Cantù) e davanti alla sede di Viale Madonna. L’imitazione è certosina e il carattere sostanzialmente identico all’originale. Due le scritte alterate: “Il Nord sfruttato non può più mantenere il Trota” (al posto de “l’Italia”), e “L’unica strada è l’indipendenza dalla Lega” (al posto di “della Padania”).

Raffaele d’Ettorre

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply